Approvata all’unanimità in Consiglio Regionale Fvg mozione per ristabilire il diritto all’esistenza dei bambini nati anche da genitori senza permesso di soggiorno

A volte il buonsenso prevale: ieri è stata approvata all'unanimità in Consiglio Regionale Fvg una mozione presentata da Furio Honsell di Open Sinistra volta a ristabilire il diritto all'esistenza dei bambini nati anche da genitori senza permesso di soggiorno sul territorio nazionale. L'attuale legislazione è infatti ambigua in quanto ufficialmente viene richiesto il permesso di soggiorno per registrare una nascita. Una circolare del Ministero precisa però che le registrazioni di nascita possono non richiederlo. "È motivo di soddisfazione, ha dichiarato Honsell,  che il Consiglio Regionale abbia fatte proprie tutte le premesse e il Presidente stesso si sia impegnato a promuovere la piena applicazione della circolare. Rimane l'auspicio che il nuovo governo possa recepire tale circolare a livello di norma". Come FriuliSera c'eravamo occupati della incredibile vicenda di cieca burocrazia  nel novembre dello scorso anno. Speriamo che dal Fvg possa partire sempre più forte la richiesta di soluzione per la quale basterebbe forse una semplice circolare del Viminale  in attesa magari di sanare la questione con una norma ad hoc.

Ufficialmente mai nati. Il diritto negato ai bimbi partoriti in Italia da genitori senza permesso di soggiorno