Ateneo friulano. Covid-19 e nuove relazioni fra uomo e natura: tavola rotonda nell’ambito del progetto Interreg Nat2Care

Quali nuove relazioni e opportunità si possono sviluppare nel rapporto uomo-natura, anche alla luce dell’attuale critico periodo di pandemia da Covid-19? Di questo si discuterà nel corso di una tavola rotonda online “Dal Covid-19 a nuove relazioni fra uomo e natura”, in programma venerdì 26 giugno dalle 10 alle 13, organizzata nell’ambito del progetto Interreg V A Italia-Slovenia 2014-2020 Nat2Care (https://www.ita-slo.eu/it/nat2care), dedicato al miglioramento della conoscenza e gestione della natura nelle aree di confine.

L’appuntamento è aperto tutti gli interessati, comunicando la propria iscrizione entro le ore 14 di giovedì 25 giugno, inviando una e-mail all’indirizzo silvia.segatti@parcoprealpigiulie.it. A tutti gli iscritti verrà fornito un link per collegarsi alla tavola rotonda e sarà possibile intervenire o proporre domande via chat.

Nel corso della tavola rotonda si discuterà delle relazioni ecologiche che sono alla base di questa pandemia e di altre epidemie, di come la natura ha risposto al lockdown e alla diminuzione della pressione antropica, e di come, dall'osservazione di questi processi, possiamo modificare alcuni nostri comportamenti favorendo una migliore coesistenza tra uomo e natura. Si parlerà poi del benessere che l’ambiente può regalare all’uomo attraverso un corretto modo di frequantare le aree naturali e le aree protette. Infine, si affronterà il tema delle possibili forme di insegnamento, volte al miglioramento del rapporto tra uomo e natura, da poter svolgere all’aperto, anche con il supporto di strumenti tecnologici moderni ed esperienze pratiche, con il coinvolgimento attivo di scolari, studenti e comunità locali. Nell'ambito dei vari interventi saranno anche illustrate le attività svolte dal progetto Nat2Care con queste finalità.

Interverranno esperti dell'Università di Udine, dello Scottish Natural Heritage (Scozia) e Federazione Europarc, del Centro Biotecnico di Naklo (Slovenia), dell'Istituto Comprensivo di Pagnacco (Ud). Modererà Stefano Santi, direttore del Parco Naturale delle Prealpi Giulie. La tavola rotonda sarà in lingua italiana, con tre interventi in lingua inglese sottotitolati in italiano nelle presentazioni.

Dopo un breve saluto introduttivo inizieranno le relazioni. Interverranno: Stefano Filacorda (Università di Udine) su Covid e nuovi possibili approcci nel rapporto con la natura; Peter Rawcliffe (Scottish Natural Heritage - Scotland; Europarc Federation Council And Chair of Its Health And Protected Areas Commission) su Salute e aree protette (intervento in lingua inglese); Marcello Franchini (Università di Udine) su Uomo e fauna: approcci volti ad una corretta interazione; Antonella Stravisi (Università di Udine) su Natura 2000 e aree naturali come modello per la fruizione a km 0 e per la didattica all'aperto; Lorenzo Frangini (Università di Udine) su The information revolution: smartphones e social media al servizio della natura; Marco Bertoldi (Istituto Comprensivo di Pagnacco) su I cittadini del domani custodi del loro territorio (IT); Mojca Logar (Centro Biotecnico di Naklo, Slovenia) su Imparare all’aperto (intervento in lingua inglese); Monika Kos (Centro Biotecnico di Naklo, Slovenia) su Scuola Alpina nel progetto NAT2CARE (intervento in inglese). Seguirà uno spazio di discussione e domande.