Bilancio più che positivo per Bioest 2017

Si è chiuso con un bilancio più che positivo Bioest 2017 la tradizionale Fiera dei prodotti naturali e delle Associazioni ambientaliste, culturali e del volontariato allestita fino alle 21 di domenica al Parco di San Giovanni a Trieste con ingresso libero: grandissima affluenza di pubblico stimata in svariate decine di migliaia di persone per tutti i due giorni della manifestazione. Tra gli eventi più seguiti, la conferenza sui progetti di servizio civile e volontariato, le lezioni per le neo-mamme e l’incontro sugli eco-villaggi e il turismo sostenibile. Grande successo per i concerti musicali, le visite guidate, i laboratori e i corsi gratuiti e lo ShowCooking vegano.
La manifestazione, promossa dall’Associazione Bioest – Gruppo Ecologista Naturista di Trieste in collaborazione con l’Amministrazione comunale e giunta alla 24esima edizione, aveva per tema la “Terra”. Particolarmente ampia è stata la presenza delle associazioni per le quali Bioest da sempre rappresenta un’attesa vetrina e offre una preziosa opportunità per informare, discutere e presentare progetti. Sono state due intense giornate per conoscere, provare, condividere e divertirsi tra degustazioni, risparmio etico, biocosmesi, benessere, salute, mostre, spettacoli, musica e animazione per bambini e adulti.
Particolarmente affollate le conferenze, sala gremita in particolare per quella sui progetti del servizio civile, ma si è parlato anche di antimilitarismo, Ipnosi Regressiva, alimentazione a Km. 0, mercato dell’energia e turismo sostenibile e di come preparare in casa i fermenti lattici.
Andate letteralmente a ruba le corone di fiori che tradizionalmente si preparavano per la festa di San Giovanni, hanno riscosso grande apprezzamento gli Show Cooking Vegani con degustazioni. Massiccia la presenza delle famiglie, che hanno potuto vivere al meglio gli spazi del parco e le animazioni per i bambini, durante le quali i genitori hanno avuto modo di poter visitare gli stand e frequentare le molteplici attività proposte per tutto l’arco della due giorni.

Applauditi i concerti di Agrakal, Tiresia’s Folk Bunch, Adriano Doronzo (accompagnato da Maxino e Franco Toro) e del Coro “Le putele dell’ARIS” e le esibizioni di Danze Greche e africane, di percussioni tradizionali africane e i corsi di campane tibetane.
Grande partecipazione per le lezioni gratuite di Hatha Yoga, Taichi Chuan Chen, Yoga, Campane, Pilates,Tai Chi, Karate e Difesa Personale, Massaggio Thailandese, Verci Yoga Posturale Dinamico,Taiso, Kundalini Yoga, N.I.A. e Danza del Ventre.
Molto interesse ha suscitato la serie di incontri dedicate alle neomamme e a tutto quello che ruota attorno al ciclo della vita e della nascita con la trasmissione dei saperi e delle conoscenze di chi ha già vissuto questa esperienza a chi si apprestava ad affrontare per la prima volta questa fase della vita. Un successo l’iniziativa offerta alle mamme che hanno potuto lasciare “posteggiati” e custoditi i loro passeggini e provare a utilizzare le fasce da braccio per poter passeggiare comodamente all’interno della fiera.

Grande partecipazione anche per le Passeggiate ecologiche all’interno del parco come i “Giri nell’Orto Urbi et Horti” per visitare l’orto urbano a spirale e parlare di orticoltura, le visite guidate al Roseto, le “Conferenze in passeggiata” alla scoperta delle erbe officinali presenti nel parco e gli incontri con le api e le visite in apiario alla scoperta delle arnie, nonché i momenti di Birdwatching.

Potrebbero interessarti anche...