Bocciatura in regione della mozione di condanna ad omofobia e transfobia

"Oggi abbiamo vissuto un'altra pagina buia di questo Consiglio regionale che non si è volutamente battere contro l'odio, la violenza  e le discriminazioni nei confronti di persone LGBTI+” Queste le  dichiarazioni del Consigliere Furio Honsell circa la bocciatura della  mozione da lui presentata di condanna all'omofobia e alla transfobia  purtroppo ancora presenti nel nostro paese, come lo dimostrano i  recenti gravi atti di violenza contro una coppia gay a Padova e  l'omicidio di una ragazza nel tentativo di punirla per la sua  relazione con un transessuale in provincia di Napoli.  "Sono addolorato del fatto che la più alta istituzione nella nostra regione sia indifferente alle manifestazioni di violenza e di odio verso gay e transessuali. Lo sono tanto più che queste nostri cittadini da millenni hanno sofferto subendo il disprezzo l'odio e la violenza. Le istituzioni dovrebbero fare vivere con i loro atti la nostra Costituzione che nei primi articoli pone ad essi il dovere di rendere concrete le possibilità a tutti di realizzare appieno la propria personalità.” “A questo dolore si aggiunge la delusione del fatto che ho provato a venire incontro alle richieste della maggioranza modificando il testo nella speranza potesse essere condiviso, purtroppo però i miei sforzi sono risultati vani ed il risultato è che il Consiglio Regionale ha perso un’occasione per condannare brutali atti di odio e schierarsi dalla parte delle persone maggiormente discriminate.”