Camici bianchi. Stabile (FI): sosteniamo medici e sanitari con azioni concrete

 

"In occasione della prima giornata nazionale dei Camici bianchi non servono parole, ma fatti concreti e interventi strutturali che rendano il sistema sanitario nazionale più forte e in grado di affrontare ogni tipo di emergenza. E’ fondamentale un deciso incremento quali-quantitativo della rete ospedaliera, attualmente insufficiente a far fronte alle necessità di ricovero, perché il potenziamento della medicina territoriale e la telemedicina non sempre servono ad evitare il ricorso all'ospedale, soprattutto se si considerano i pazienti anziani più fragili. Sono necessarie nuove assunzioni, per ripristinare stabilmente gli organici tagliati pesantemente nell’ultimo decennio: durante la pandemia è stato assunto prevalentemente personale precario. Le liste d’attesa richiedono particolare attenzione, si dovrà ripristinare il diritto alle cure, già incerto prima dell’emergenza Covid e ora ulteriormente compromesso, con un netto incremento della mortalità per le patologie non Covid. Si devono organizzare le cure intermedie, nelle quali prevedere anche la possibilità di isolamento in caso di future pandemie, e riorganizzare l’emergenza territoriale che adesso non è sempre in grado di dare risposte tempestive e sicure. Questi, e altri interventi necessari a rimettere in sesto il nostro sistema sanitario, sono davvero l'unico modo per rendere onore a tutti i professionisti che continuano ad affrontare la pandemia e a chi purtroppo non c'è più”.
Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Laura Stabile.