Cassia ancora sulla panchina del Tavagnacco: «Mi hanno cercato dall’estero, ma ho scelto di restare qui»

Amedeo Cassia sarà l’allenatore dell’Upc Tavagnacco anche per la stagione 2017/18. Dopo un colloquio con i vertici della società, è stato trovato un accordo che soddisfa entrambe le parti. «Ho ricevuto delle offerte dall’estero – chiarisce Cassia –, ma le parole della società mi hanno gratificato e convinto a restare in Friuli. Lo devo anche alle ragazze, con cui si è creato un ottimo rapporto professionale».

Concluso il suo primo campionato "completo" nel calcio femminile al sesto posto in classifica (l'annata precedente aveva disputato solo tre partite), Cassia freme per poter iniziare una nuova stagione, la 17esima consecutiva in serie A per il Tavagnacco. Per questo ha già voluto fissare l’inizio degli allenamenti: il prossimo 16 agosto. Una stagione che si preannuncia più impegnativa rispetto a quella appena trascorsa, con delle vere e proprie "corazzate" tra le neo promosse: la Juventus femminile che ha acquisito il titolo sportivo del Cuneo femminile, l’Empoli Ladies, il Sassuolo, il Valpolicella, realtà con alle spalle società del calcio maschile di serie A e B. «Sarà durissima, ma abbiamo intenzione di giocarcela con tutte le nostre avversarie - assicura il mister gialloblu -. Se il livello di competitività si alza, a trarne un vantaggio sarà tutto il movimento del calcio femminile. Non ci sono più squadre materasso».

Proprio per affrontare al meglio la nuova stagione, la società è impegnata sul mercato per rinforzare la squadra, lo scorso anno falcidiata dagli infortuni, oltre che per confermare le giocatrici più rappresentative. «Per fare un buon campionato – conclude Cassia – dovremo riuscire a mettere sul campo quel qualcosa in più che potrà farci ottenere delle soddisfazioni».