Centrale Monfalcone oggi addio al carbone

L’assessore regionale all'Ambiente e all'Energia, Sara Vito, al termine della riunione, oggi a Gorizia, ha sancito l'avvio del Tavolo, chiamato ad affrontare il superamento del carbone per la centrale termoelettrica di Monfalcone: «Questo incontro segna una svolta fondamentale per il futuro della centrale termoelettrica di Monfalcone, verso scenari eco-sostenibili. Dobbiamo questo primo importantissimo risultato alla fermezza nella posizione di Regione, Provincia e Comune e all'approvazione del Piano energetico regionale». I rappresentanti di A2A hanno infatti illustrato il progetto di riassesto societario del gruppo: la centrale di Monfalcone è entrata a far parte di una nuova società, chia mata Energie Future, partecipata al 100% da A2A. Il processo di riconversione industriale prevede la creazione di un polo energetico integrato, basato su energie rinnovabili, con l'impiego di tecnologie all'avanguardia. Tale processo non inciderà sulla forza lavoro, in quanto i progetti dovranno essere orientati e cadenzati anche a garanzia degli attuali livelli occupazionali.