“Ciuffetto l’invisibile. Un bambino senza diritti” lunedì prossimo iniziativa online di Open Fvg

Ogni nato acquista la capacità giuridica al momento della nascita e quindi diventa, con il suo nome, soggetto aperto a tutte le relazioni che la vita propone. Dal 2009 invece la Legge 94/2009, imponendo ai genitori non comunitari la presentazione del permesso di soggiorno per la registrazione della nascita di un figlio in Italia, apriva a chi fosse irregolare la strada di un pericoloso disvelamento. La paura quindi bloccava la voce di chi sapeva di essere a rischio e l'opinione pubblica non avrebbe conosciuto il problema fino alla comparsa di “Ciuffetto”, piccola figura immaginaria protagonista di un lavoro del gruppo teatrale NonSoChe che dava voce ai bambini condannati ad essere invisibili.

Il cerchio che la norma di legge aveva creato e che sembrava implacabilmente chiuso - chi non c'è non si vede e chi non si vede non c’è - non regge alla figura di Ciuffetto che si espone per ognuno che sia nascosto o rischi di esserlo per dire che a ogni bambino che nasce spetta il diritto di avere diritti. Così, provocando una consapevolezza pian piano emergente, Ciuffetto è arrivato a coinvolgere la Regione FVG che ha recentemente preso l'impegno di promuovere l'informazione sul tema nei confronti degli Enti Locali e dei soggetti interessati.

Di questo tema parlerà la diretta di lunedì 22 marzo alle 19 che vedrà gli interventi di Francesco Bilotta (docente di diritto privato e antidiscriminatorio UNIUD), Furio Honsell (Consigliere regionale Open FVG) e Augusta De Piero (già vicepresidente Consiglio regionale). Alla fine degli interventi è previsto un monologo di Francesco Cevaro. Modera Sabrina Morena, consigliera comunale di Trieste Open FVG.

Per partecipare a questo momento di confronto ci si può collegare alla pagina FB di Open FVG o al seguente link di Zoom: https://us02web.zoom.us/j/87519378958
ID riunione: 875 1937 8958.