Comitato Stop Ttip: Incontro con Paolo Cacciari, attivista dei movimenti sociali e ambientalisti oggi a Udine

Focus sul clima, emergenza climatica e condizionamenti delle multinazionali sarà il tema di un incontro con il giornalista Paolo Cacciari, attivista dei movimenti sociali e ambientalisti, organizzato dal Comitato Stop Ttip di Udine oggi, venerdì 17 gennaio, alle ore 19.15, nella sala della Cgil di Udine, in viale Giobatta Bassi 36. Sostengono l'iniziativa Coalizione clima di Udine, Soci di Udine di Banca Etica, Circolo Legambiente Laura Conti e la Cgil stessa che ospiterà l'incontro.

Secondo Stop Ttip Udine non c'è soluzione alla crisi ecologica planetaria rimanendo all'interno delle logiche economiche e delle politiche dominanti, non c'è trattato di libero commercio che tuteli i diritti dei cittadini. Attivo da sempre in quest'ultima direzione, il Comitato udinese ritiene compatibile la vigilanza sui trattati di libero commercio con la lotta per il cambiamento climatico.
Infatti i trattati, già stipulati o in corso di attivazione, promuovono il commercio, ma con una scarsa considerazione per le conseguenze ambientali. Il Comitato Stop Ttip più volte ha denunciato che la scelta dell'Ue di promuovere trattati di libero commercio con mezzo mondo corrisponde ad una politica tesa ad aumentare i profitti delle multinazionali, veri centri di potere che condizionano la politica degli Stati con gravi deregolamentazioni sui diritti dei cittadini e, in particolare, con scarsa considerazione per i cambiamenti climatici.

Paolo Cacciari, relatore dell'incontro  collabora con il sito www.comune-info.net. Si occupa di decrescita e beni comuni. Ha pubblicato vari saggi, tra i quali Decrescita o barbarie, Vie di fuga, 101 piccole rivoluzioni, Economie solidali creatrici di comunità ecologiche e Le economie del territorio bene comune. Ha curato, inoltre, La società dei beni comuni, Viaggio nell'Italia dei beni comuni e La decrescita tra passato e futuro.