Il Comune di Udine corre ai ripari: nel cantiere ex Upim sarà tutelato il verde di piazzetta Belloni

Gli alberi ad alto fusto saranno tutelati e in generale il verde di pregio di piazzetta Belloni sarà preservato dall'intervento di riqualificazione del palazzo ex Upim. È quanto ha concordato l'amministrazione comunale di Udine con lo studio Archest, che ha curato la progettazione dell'opera, nel corso di un incontro avvenuto oggi, 17 luglio, a palazzo D'Aronco alla presenza del sindaco Furio Honsell, del vicesindaco Carlo Giacomello, dell'assessore all'Ambiente, Enrico Pizza, e dei consiglieri comunali Monica Paviotti e Mario Barel. Per Archest era presente l'ingegner Stefano Costantini. «Abbiamo condiviso l'appello dei cittadini a tutelare il verde della piazzetta – sottolinea Honsell –. Nel corso dell'incontro abbiamo chiarito che gli alberi ad alto fusto non saranno interessati dal cantiere e che verrà tutelato il verde di pregio. Una tutela che riguarderà anche le siepi e gli arbusti, che saranno custoditi nel vivaio comunale di via Nodari in attesa di tornare a cantiere finito. Abbiamo inoltre stabilito che nella riprogettazione dell'area di piazzetta Belloni sarà inserita l'eliminazione delle attuali barriere architettoniche. Vorrei ringraziare i cittadini e anche il consigliere comunale Mario Barel e la capogruppo del Pd in Consiglio, Monica Paviotti, per la loro sensibilità nella tutela del verde, sensibilità che ha sempre contraddistinto l'operato di questa amministrazione». Vicenda finita? Difficile perchè in realtà a molti è l'intero progetto che non va proprio giù. C'è poi da aggiungere che nel tempo il cantiere provocherà inevitabili disagi, rumori e polveri che saranno difficilmente evitabili.   E' probabile che gli udinesi che sono abituati a far colazione o prendere l'aperitivo al Contarena dovranno mettere in conto  di cambiar abitudini.

Potrebbero interessarti anche...