Comune di Udine: via libera al collegamento via Biella-via Molin Nuovo

Un nuovo collegamento lungo la direttrice est-ovest che contribuirà a sgravare il traffico a nord di Udine. La nuova strada, che passerà all'interno dell'ex area delle Officine Bertoli, permetterà il collegamento dalla rotatoria della Gran Selva
(nordovest di Udine) alla strada provinciale 15 verso Faedis Terminata la fase di bonifica a breve verranno avviati i lavori mancanti per ultimare la realizzazione del nuovo asse viario che connetterà via Molin Nuovo e via Biella. Come previsto dal Prusst con quest'opera si andrà verso il completamento del sistema viabilistico di Udine nord, un'area che negli ultimi anni ha conosciuto un forte sviluppo innescato in particolare dall'espansione del Terminal Nord. Il nuovo collegamento consentirà non solo di alleggerire dal traffico di attraversamento est/ovest l'abitato di Molin Nuovo e di Paderno, ma permetterà anche di mettere in sicurezza le zone residenziali dell'area creando una viabilità veicolare perfettamente autonoma e in grado di raccordare la zona nordovest con quella a nordest della città. La nuova strada, che passerà all'interno dell'ex area delle Officine Bertoli, permetterà il collegamento dalla rotatoria della Gran Selva (nordovest di Udine) alla strada provinciale 15 per Faedis. Si tratta dell'ultimo intervento viabilistico delle opere previste dal Prusst (Programma di riqualificazione urbana e sviluppo sostenibile del territorio), che grazie ai finanziamenti regionali ha permesso di riqualificare l'intera zona a nord di Udine fino a Tricesimo.

L'opera, finanziata per un importo di circa 1,2 milioni di euro, prevede che il nuovo ramo viario si innesti nella rotonda di via Molin Nuovo e, attraverso via Biella, raggiunga via Cividina. A integrazione dei lavori verrà completata la pavimentazione stradale nel tratto interessato dall’intervento di bonifica nonchè la rifinitura superficiale dell'asfalto di tutto il tratto da via Molin Nuovo a via Biella e lo sfalcio delle nuove aiuole e dei fossi in terra lungo tutto lo sviluppo della nuova strada. Sono previsti inoltre piccoli lavori di completamento dell’illuminazione pubblica, la realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale e la messa a dimora di 15 nuovi alberi di acacia.

A questo piano di opere si aggiunge anche il nuovo raccordo tra via Biella e via Cividina, per il quale è partita la fase espropriativa. L'intervento costerà circa 600 mila euro e completerà il collegamento tra le tangenziali ovest ed est di Udine.

Potrebbero interessarti anche...