Con Cramars parte in Carnia “La Carovana dell’empowerment al femminile”

Un progetto itinerante per potenziare il valore delle donne, vero motore della crescita del territorio. La cooperativa di Tolmezzo insieme alle sindache dei Comuni della montagna e ad ASPIC FVG organizza sei incontri nei luoghi delle Terre Alte per promuovere la motivazione personale e professionale in rosa dalle quali si genera lo sviluppo del territorio

Le sindache della montagna friulana si attivano per la crescita delle donne del territorio, che vengono concepite come reale motore dello sviluppo locale. Questo l’obiettivo del progetto “La Carovana dell’Empowerment al femminile in Carnia”, sei workshop itineranti organizzati in dalla Cooperativa Cramars di Tolmezzo – anch’essa presieduta da una donna, Stefania Marcoccio – insieme al Comune capofila di Prato Carnico e ai Comuni di Comeglians, Forni Avoltri, Preone, Rigolato, Amaro e Paluzza per valorizzare la risorsa femminile in Carnia, promuovendone la crescita personale e professionale, ma anche il forte e indissolubile legame con il territorio.

L’iniziativa, alla cui creazione ha partecipato anche ASPIC FVG, verrà presentata lunedì 31 maggio in diretta streaming sulla pagina Facebook di Cramars.

Spiega Stefania Marcoccio, Presidente della Cooperativa per lo sviluppo sociale Cramars: “Per la prima volta il tema delle pari opportunità e quello dello sviluppo locale trovano un punto di incontro in un progetto creato dalle donne delle istituzioni per aiutare quelle del territorio, perché esse rappresentano un elemento cruciale nelle comunità di montagna. Infatti, se le donne se ne vanno, la montagna muore e nonostante la realtà carnica esprima una potenziale vivacità del sistema imprenditoriale in rosa, le attività gestite da donne sono ancora poche.”

Il concetto dello sviluppo femminile da un punto di vista personale, professionale e delle comunità a cui le donne appartengono viene affrontato, divulgato e, letteralmente, portato nelle Terre Alte friulane con La Carovana dell’Empowerment: workshop gratuiti e itineranti che tappa dopo tappa, mirano a muovere energie e idee nel territorio montano proponendosi come volano per la crescita personale e professionale delle donne che vivono e operano nelle terre alte puntando allo sviluppo di comunità competenti.

La Carovana dell’Empowerment al femminile raccoglie quanto seminato durante la precedente iniziativa, e lo sviluppa in maniera itinerante sul territorio montano della Carnia, perseguendo un’azione formativa e di animazione locale, che mette al centro tematiche quali la diffusione della cultura d’impresa al femminile, la riduzione del gender pay gap, lo sviluppo delle imprenditrici e delle loro attività, il reinserimento delle donne in ambiti lavorativi dopo periodi di assenza o maternità.

“Siamo donne che si prendono cura delle donne - afferma Erica Gonano, Sindaca di Prato Carnico - e vogliamo che il legame tra donne e territorio diventi indissolubile.
Un anno di Covid è stato particolarmente pesante per le donne, che in molti casi sono state costrette a rimanere a casa - continua la Gonano - e questi workshop itineranti puntano a far crescere e far ripartire la risorsa femminile sia dal punto di vista personale che professionale, partendo dall’ascolto delle esigenze.”

Aggiunge Anna Degano, Presidente di ASPIC FVG: “La Carovana dell’Empowerment al femminile parte dal concetto innovativo di psicologia di comunità, che agisce sulla motivazione della popolazione rosa come motore per sostenere un territorio, quello della montagna friulana, che presenta evidenti potenzialità di crescita. Agiamo con l’obiettivo di ridare fiducia alle donne affinché esse, creando rete e costruendo consapevolezza personale e professionale, possano riprendere in mano il destino della terra in cui vivono.”

Gli appuntamenti e le modalità di partecipazione
I sei workshop itineranti saranno organizzati su base locale e coinvolgeranno i cinque comuni facenti parte del partenariato (Prato Carnico, Forni Avoltri, Preone, Rigolato e Comeglians), con la Carovana che si sposterà portando i consulenti direttamente sul territorio: mercoledì 9 giugno sarà a Forni Avoltri, il 16 giugno a Preone, il 23 a Rigolato giugno, il 30 giugno a Paluzza e il 7 luglio ad Amaro. È previsto per settembre, con data da definire, l’appuntamento conclusivo a Prato Carnico.

E chi meglio delle donne, come le ideatrici dell’evento, comprende le difficoltà che spesso si incontrano nella gestione dei figli e degli impegni professionali o personali? Ecco quindi che, per agevolare in tutto e per tutto le partecipanti ai workshop, parallelamente ai sei appuntamenti saranno proposti dei kinderheim gratuiti con animazioni per i più piccoli.

Per ogni workshop è prevista la partecipazione gratuita e aperta a tutti con prenotazione obbligatoria. Chiunque lo desideri può iscriversi inviando una mail a info@coopcramars.it