Confcommercio Fida Udine: «Razionalizzare gli orari di apertura del settore alimentare»

Confcommercio Fida Udine, con il presidente provinciale Andrea Freschi, rilancia la comunicazione della presidente del gruppo Donatella Prampolini, vicepresidente di Confcommercio nazionale. «Viste le restrizioni imposte giustamente dal Dpcm, non ha più senso avere orari di apertura estesi alle ore serali e alla domenica. Quindi proponiamo una razionalizzazione degli orari di apertura che preveda 12 ore massime di apertura al giorno, con chiusura domenicale. In questo modo garantiremo a tutti di poter reperire generi alimentari senza creare forti criticità al settore». Peraltro, prosegue Prampolini, «il carico di lavoro di queste settimane, unito al personale ridotto a causa delle procedure preventive che impongono di far rimanere a casa chiunque presenti sintomatologia influenzale, costringe gli imprenditori e i loro collaboratori a turni massacranti e non gestibili ancora a lungo. Si deve quindi trovare il giusto equilibrio tra fornitura di servizi essenziali e orari che consentano la non eccessiva concentrazione dei consumatori e, al tempo stesso, il recupero di ore di riposo fondamentali per i dipendenti del commercio».