Confcommercio Udine scrive agli operatori economici per la raccolta quote per le luci di Natale

Un’iniziativa che da oltre vent’anni vede Confcommercio Udine protagonista. E anche nel 2017 l’associazione entra in campo per rendere più bella la città durante le feste del fine anno. Lo fa con novità organizzative che puntano ad agevolare commercianti e pubblici esercenti sul fronte economico.
Per la raccolta delle quote luci, Confcommercio si affida infatti in questa occasione a Terziaria Cat Udine, che ha predisposto il Mav bancario con scadenza 30 settembre attraverso il quale è possibile versare il contributo per le arcate. Gli interessati possono in alternativa fare un bonifico alla stessa società (per informazioni 0432/538714; sindacale@ascom.ud.it).
La razionalizzazione dell’operazione ha consentito il contenimento della quota 2017. Rispetto agli importi di 150 e 170 euro degli anni scorsi, associati a Confcommercio e UdineIdea sono invitati a versare 120 euro Iva compresa, mentre per i non soci il contributo richiesto è di 140 euro, sempre Iva compresa.
«Per predisporre al meglio l’organizzazione delle luminarie natalizie abbiamo bisogno, da subito, della vostra preziosa e fondamentale adesione», ha scritto in una lettera indirizzata agli operatori economici Giuseppe Pavan, presidente mandamentale di Confcommercio Udine. «Nella passata edizione – ricorda anche Arianna Calcaterra, presidente di UdineIdea, pure quest’anno a fianco di Confcommercio –, grazie ai soci e agli sponsor sono state illuminate ben 32 tra vie e piazze».
Nella lettera è stato pure allegato il rendering delle arcate che verranno installate nel centro storico in maniera proporzionale al numero di quote raccolte su ciascuna via, fermo restando che, se non verrà raggiunto un numero sufficiente di adesioni, la via non potrà essere illuminata e i soldi raccolti saranno restituiti.
L’amministrazione comunale ha nel frattempo già comunicato il proprio sostegno attraverso la copertura dei costi dell’energia elettrica.

Potrebbero interessarti anche...