Confidi Friuli incontra Fin.Promo.Ter: «I vantaggi delle “rete” a sostegno delle Pmi»

Un’occasione per consolidare i rapporti con Finanziaria Promozione Terziario, lo strumento finanziario che svolge attività di garanzia collettiva dei fidi, cogaranzia e controgaranzia ai Confidi soci. Nella sede di Confidi Friuli – al sesto posto in termini di volumi, su 44 soci, per utilizzo della Finanziaria con oltre 7 milioni di garanzie – il presidente Cristian Vida e il consigliere delegato Giovanni Da Pozzo, presidente di Fin.Promo.Ter, hanno incontrato il direttore generale di Fin.Promo.Ter Pierpaolo Ciuoffo. «Confidi Friuli, visto il parametro delle insolvenze, particolarmente basso, è uno dei soci più virtuosi», la premessa del dg che ha quindi annunciato prossime novità importanti nell’operativa della società «sempre nell’ottica di sostenere le Piccole e medie imprese del territorio». Le esigenze dei Confidi soci? «In primis essere affiancati nella riassicurazione dei rischi non sussidiari, ma a prima richiesta – ha spiegato Ciuoffo –. Il secondo aspetto da rivedere è quello di rendere meno burocratico l’iter relativo all’approvazione delle richieste degli imprenditori. Stiamo per questo lavorando su una piattaforma che consenta ai nostri soci di valutare ex ante l’operazione, rischi compresi».

«Fin.Promo.Ter è un partner molto importante per Confidi Friuli – le parole del presidente Vida –. La collaborazione è un ulteriore punto di forza della nostra struttura, che è tra l’altro inserita pure in Rete.Promo.Fidi, un altro bell’esempio di sinergia che unisce dal 2017 un gruppo di 18 Confidi del territorio, con Fin.Promo.Ter capofila di una rete in grado di costruire un’offerta dedicata alle esigenze delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi, rafforzandone la loro capacità di credito nei confronti del sistema bancario».

Potrebbero interessarti anche...