Confidimprese Fvg e Congafi Trieste si aggregano

Dopo il via libera unanime nelle tre assemblee separate di Udine, Pordenone e Trieste, questa mattina di sabato 13 ottobre, è arrivata l'approvazione definitiva del progetto di fusione tra Confidimprese FVG e Con.Ga.Fi. Industria Trieste, da parte dell'Assemblea Straordinaria Generale, riunitasi a Udine, presso la sala “Valduga” della CCIAA di Udine e Pordenone.

Come è noto il Confidi è un ente che agevola le imprese socie nell'accesso ai finanziamenti bancari, basandosi su principi di mutualità e solidarietà, fornendo garanzie per il credito bancario, riducendo le asimmetrie informative delle banche e migliorando quindi la valutazione del merito creditizio dell'impresa, fornendo un’assistenza finanziaria qualificata e indipendente. Si tratta quindi di strutture che in tempi di scarsa liquidità per le aziende possono fare la differenza per lo sviluppo delle imprese.

“Si tratta di un ulteriore importante passo verso la semplificazione e il consolidamento del sistema dei Confidi in Friuli Venezia Giulia, auspicato dalla Giunta regionale, che dapprima ha visto l’aggregazione tra i Confidi artigiani di Pordenone Trieste e Udine, e che ora cresce in ottica multi settoriale, migliorando ulteriormente le economie di scala” ha spiegato in apertura dei lavori il presidente di Confidimprese FVG Roberto Vicentini.

Il plauso all'unione di intenti è giunto anche dall'assessore regionale alle Attività Produttive Sergio Emidio Bini: “Siete la realtà più virtuosa della Regione - ha affermato Bini salutando i lavori dell’assemblea - e il fatto di essere riusciti a superare i campanili sia territoriali che settoriali dà valore aggiunto all’intera economia regione. Noi siamo pronti a supportarvi e annuncio che ci stiamo adoperando per sbloccare, con l'inizio del 2019, i 15 milioni di euro dei fondi Por-Fesr fortemente attesi dalle imprese. Inoltre andiamo avanti con determinazione sulla regionalizzazione del Fondo centrale di garanzia. Il futuro lo costruiamo assieme”.

“Le solide basi regionali, la presenza capillare su tutto il territorio regionale ed in particolare nella provincia di Trieste hanno portato il Con.Ga.Fi Industria Trieste a scegliere l'aggregazione con Confidimprese FVG, unico Confidi del Friuli Venezia Giulia vigilato iscritto all’Albo 106 del TUB” ha commentato il Presidente di Con.Ga.Fi. Industria Trieste Massimiliano Fabian.

Durante l'assemblea hanno portato i saluti anche il presidente regionale di Confartigianato Graziano Tilatti e della CNA Nello Coppeto. “L’interesse del Friuli Venezia Giulia si fa difendendo le imprese di questo territorio ed è importante che ci sia continuità con la precedente giunta, questo ti fa onore assessore Bini” ha dichiarato Tilatti. Mentre Coppeto ha aggiunto: “Il nostro Consorzio continua a crescere; stiamo dando una risposta alla politica che chiede aggregazioni e ai mercati che chiedono rafforzamento e stabilità”.

“Grazie all'esperienza della precedente aggregazione tra Confidi Artigiani PMI Trieste e Confidimprese FVG che ha portato ad una crescita in doppia cifra – ha aggiunto Vicentini - si è riusciti ad affrontare serenamente e in tempi celeri anche questo nuovo percorso. Confidimprese FVG con questa nuova unione si rafforza maggiormente e dinnanzi agli imprenditori ed alle banche si pone come il più grande ed innovativo Confidi del Friuli Venezia Giulia ed uno tra Confidi meglio patrimonializzati a livello nazionale”.

Il percorso aggregativo tra l'altro recepisce le linee d'indirizzo di Banca d’Italia che indica come opportuna la riduzione del numero del Confidi operanti in Italia, con conseguente progressivo aumento di interesse delle grandi banche verso i Confidi Vigilati. Anche grazie a questa fusione, Confidimprese FVG rivestirà sempre di più il ruolo di partner delle Istituzioni Pubbliche per il sostegno delle PMI, in quanto soggetto “calamita” delle risorse private delle imprese, a beneficio del circuito della garanzia. E allo stesso tempo sarà braccio operativo per l'organizzazione e l'ottimizzazione delle risorse territoriali, sfruttando parallelamente pure i finanziamenti provenienti dalla Unione Europea. In sostanza ingranaggio determinante nel meccanismo delle agevolazioni pubbliche, vero e proprio strumento di politica economica della Regione.

Ulteriore vantaggio sia per le banche che per le imprese, sarà la possibilità di potersi controgarantire al fondo centrale di garanzia. Confidimprese FVG è infatti il primo operatore in Friuli Venezia Giulia per l’utilizzo di tali coperture pubbliche, che permette un incremento dei volumi di credito erogati dalle banche alle imprese.

In sintesi i numeri

Confidimprese FVG

Soci

13.479

Finanziamenti Garantiti nel 2017

197.633.501

Finanziamenti in essere al 31/12/17

318.256.627

Rischi su garanzie in essere

153.452634

Total Capital Ratio

26,17

Tier 1 Capital Ratio

24,92

 

 

Potrebbero interessarti anche...