Contagi a Udine. Simona Liguori consigliere comunale: «In attesa di risposte dal Distretto Sanitario» 

“Ci aspettavamo di conoscere quanti sono i cittadini udinesi in isolamento e quante persone sono prese in carico al domicilio perché contagiate e sintomatiche. A fronte anche della grave pressione che sta subendo il Pronto Soccorso dell’ospedale questi dati sarebbero stati utili alla commissione comunale per affrontare in discussione in merito alle Usca, i medici che assistono al domicilio i contagiati, e alla loro capacità di fare fronte ai problemi di tanti udinesi. Purtroppo nella seduta, nonostante l’ordine del giorno fosse noto, non è stato possibile. Rimaniamo in attesa di conoscere il quadro della situazione udinese dal direttore del Distretto sanitario Luigi Canciani”. La consigliera Simona Liguori commenta così la seduta della commissione Politiche sociali che ha visto la partecipazione del direttore generale dell’AsuFc, Massimo Braganti, e, appunto, del responsabile del Distretto sanitario di Udine, Luigi Canciani.  “Riceviamo segnalazioni di cittadini che si sentono abbandonati, di altri hanno il problema del rientro al lavoro in quanto non riescono ad ottenere nei tempi corretti il certificato di fine dell’isolamento – aggiunge Liguori -. Per questa ragione abbiamo chiesto a Canciani quante persone oggi a Udine sono in isolamento, quante sono prese in carico dalle Usca e come verrà potenziato questo servizio, come annunciato dallo stesso direttore del Distretto. In questo momento di grande difficoltà del nostro ospedale dobbiamo sapere se le risorse sul territorio cittadino sono adeguate a prendere in carico chi è al domicilio”.