Cooperativa Cramars e Fondazione Pietro Pittini alla ricerca di innovatori sociali nella montagna friulana

Sondare il territorio e capirne i bisogni per migliorare la qualità della vita e del lavoro attraverso progetti virtuosi e strategie di welfare locale. Questo lo scopo del progetto di ricerca lanciato dalla Fondazione Pietro Pittini impegnata nello sviluppo e nella promozione di interventi rivolti ai giovani e alla crescita del territorio e dalla Cooperativa Cramars, che sarà presentato mercoledì prossimo 10 febbraio 2021 online

In sostanza la Fondazione Pietro Pittini e la Cooperativa Sociale Cramars sono alla ricerca degli innovatori sociali della montagna friulana: persone ed esperienze che abbiano nelle loro corde parole d’ordine come economia collaborativa, cittadinanza attiva, riutilizzo dei beni comuni, sostenibilità.

Spiega Marina Pittini, Presidente della Fondazione Pietro Pittini, impegnata nello sviluppo e nella promozione di interventi rivolti ai giovani e alla crescita del territorio: “Attraverso questa ricerca vogliamo mappare le migliori pratiche di innovazione sociale per comprendere come queste esperienze stiano ridefinendo le modalità di creazione di valore nella montagna Friulana. L’obiettivo a tendere è quello di immaginare interventi che siano in grado di creare opportunità per i più giovani attraverso processi partecipativi che coinvolgano scuole ed imprese in nuovi percorsi di rigenerazione economica e territoriale”.

“Selezioneremo dieci Innovatori Sociali della Terre Alte – continua Vanni Treu, vice Presidente di Cramars, cooperativa di Tolmezzo per la formazione professionale, lo sviluppo locale e l’innovazione sociale - persone per i quali i valori civici, la fiducia e il capitale culturale rappresentano dimensioni qualificanti. Donne e uomini che con la loro impresa si rivolgono a segmenti specifici della popolazione. Lo scopo di queste figure non deve essere innovare con i mezzi ma ridefinire le destinazioni montane del Friuli attraverso progetti di welfare locale.”

L’obiettivo principale della collaborazione tra la Fondazione Pietro Pittini e Cramars è quello di tracciare il profilo degli Innovatori Sociali della montagna Friulana e dar voce così alle cosiddette “aree interne”, mettendole al centro di un nuovo confronto culturale e sociale.

Conclude Marina Pittini: “Se da un lato la forza gravitazionale che le città oggi esercitano nell’attrarre talenti e capitale umano qualificato rappresenta un trend visibile ormai a livello globale, dall’altro non dobbiamo dimenticare che le aree interne possono costituire un vero e proprio volano di rilancio per il Paese nel suo complesso. È anche in questi luoghi che si genera quella coesione che costituisce il vero antidoto contro la disgregazione del tessuto sociale che questa crisi ha contribuito ad accentuare”

Il progetto di ricerca degli Innovatori Sociali per la montagna Friulana verrà presentato mercoledì 10 febbraio alle ore 17 e 30.
La presentazione è gratuita e si terrà sulla piattaforma Zoom al link https://us02web.zoom.us/j/83249087402, oppure attraverso la pagina Facebook di Cramars (@cramars).

È possibile partecipare alla selezione segnalando un caso di innovazione sociale di successo oppure presentando il proprio progetto innovativo.

Candidature e segnalazioni dovranno pervenire entro e non oltre il mese di marzo 2021, inviando una mail a vannitreu@coopcramars.it
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.coopcramars.it