Coronavirus: Roberti, Regione attua decreto buoni spesa. Iacop del Pd chiede che i sindaci della Lega contraria quei fondi rinuncino alle quote

 E' stato adottato oggi dalla direzione Autonomie locali della Regione Friuli Venezia Giulia il decreto che impegna e liquida i Comuni per i cosiddetti buoni spesa per un importo pari a 6.604.124,60 euro.
"La Regione continua a fare tempestivamente la sua parte - ha indicato l'assessore regionale alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti - e così, come previsto dall'ordinanza della presidenza del Consiglio dei ministri di ieri, abbiamo già assunto l'impegno di spesa e autorizzato la liquidazione delle risorse statali. Si tratta di risorse destinate a misure urgenti di solidarietà alimentare a favore dei Comuni del Friuli Venezia Giulia per gli importi che sono stati stabiliti dallo Stato". Gli importi vanno da un massimo di 1 milione e 78 mila euro per il Comune di Trieste ad un minimo di 714 euro per il Comune di Drenchia.
In merito al trasferimento dei fondi nazionali ai Comuni del Fvg c'è da registrare la dichiarazione del consigliere regionale del Pd, Franco Iacop: «L’assessore Roberti ha correttamente liquidato ai Comuni le risorse stanziate dal Governo per le misure urgenti di solidarietà alimentare, ha detto Iacop. Ora spieghi se con questo atto la Regione si dissocia dalle posizioni assunte dai sindaci della Lega regionale che hanno duramente contestato la misura nazionale, e chiarisca con questi stessi sindaci se intendono accettare e fruire di queste risorse oppure se, in coerenza con le posizioni assunte, faranno formale rinuncia. In questo caso, l’assessore provveda al più presto a stabilire i nuovi riparti in favore dei Comuni che accolgono con favore gli effetti dell'ordinanza della presidenza del Consiglio dei ministri. Confidiamo che qualora si renda necessario assistere meglio più persone, la Regione provvederà a integrare con risorse proprie i buoni spesa nazionali».