Cosa mangeremo in futuro? Basterà il cibo per tutti? Convegno su agricoltura e viticoltura a Rauscedo (Pn)

“Alimentare il futuro. Le sfide dell’agricoltura tra alimentazione, ambiente, mercato e globalizzazione”: questo il titolo del momento di approfondimento clou della rassegna vitivinicola Le Radici del Vino, in programma il prossimo fine settimana a Rauscedo di San Giorgio della Richinvelda in Friuli Venezia Giulia.  Il convegno si terrà sabato 12 ottobre alle 10.30 nella sala convegni dei Vivai Cooperativi Rauscedo. Sarà l’occasione per riflettere di come l’agricoltura viva, in maniera sempre più insistente, in rapporto alle logiche di globalizzazione dei consumi, anche in funzione della sempre maggiore facilità di spostamento delle merci, esponendo gli agricoltori a una difficile battaglia legata alla competizione dei prezzi. Per questo l’agricoltura deve competere su marginalità estremamente risicate con ricadute importanti sulla scelte degli agricoltori. L’intento del convegno è quello di illustrare le evidenze scientifiche in merito alla situazione dell’agricoltura italiana, europea e mondiale per capire quali dovrebbero essere le linee di sviluppo del settore, quali dovrebbero essere gli investimenti da perseguire per rimanere competitivi, quali siano gli impatti finora misurati delle diverse agricolture e, infine, le indicazioni per il mondo della viticoltura, mondo che si vede coinvolto nelle medesime sfide.

Si confronteranno, moderati dal giornalista Lorenzo Tosi (coautore di Terre e vita), illustri esperti: Raffaele Testolin professore ordinario del Dipartimento di Scienze AgroAlimentari, ambientali e animali dell’Università di Udine; Eugenio Pomarici professore ordinario del Dipartimento Tesaf Cirve dell’Università di Padova; Michele Morgante direttore scientifico dell’Istituto di genomica applicata di Udine; Tiziana Sarnari, analista di mercato dell’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare Ismea e Cristina Micheloni, presidente dell’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica (Aiab).

Porteranno i saluti istituzionali Michele Leon sindaco di San Giorgio della Richinvelda; Luigi Piccoli presidente Confcooperative Pordenone; Stefano Volpe presidente dei Vivai Cooperativi Rauscedo; Lino Mian presidente Friulovest Banca; Stefano Zannier assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Ittiche e Forestali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia; Eugenio Sartori direttore dei Vivai Cooperativi Rauscedo.

L’incontro è organizzato dal Comune di San Giorgio della Richinvelda insieme a Confcooperative Pordenone e Vivai Cooperativi Rauscedo. Sostengono l’iniziativa la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Friulovest Banca e le Città del Vino.

“Rauscedo – ha dichiarato il sindaco di San Giorgio della Richinvelda Michele Leon – è la capitale mondiale del vivaismo della vite, visto che qui cresce il 40% globale delle barbatelle: nei giorni de Le Radici del Vino lo sarà ancora di più, insieme al nostro territorio comunale dove è presente tutta la filiera della vite, dalla barbatella alla bottiglia. Il convegno sarà un prezioso momento di confronto”.

“Come ogni anno – ha aggiunto Luigi Piccoli presidente di Confcooperative Pordenone – siamo lieti di collaborare a questo momento di approfondimento in una delle zone a più alta concentrazione cooperativistica del Friuli occidentale. Sarà anche un utile occasione per fare il punto della situazione del comparto vitivinicolo dopo la vendemmia e analizzare le prossime sfide”.

Potrebbero interessarti anche...