COVID-19: Sindacato UIL pensionati FVG chiede di conoscere l’esito dei monitoraggi regionali sulle case anziani

“In Regione c’è un articolato sistema di monitoraggio delle strutture residenziali per anziani, legati all’emergenza Covid e non solo. Gli strumenti sono stati illustrati in un ampio documento che l’assessorato alla salute e alle politiche sociali ha condiviso ancora a novembre del 2020 con le confederazioni e i pensionati di Cgil, Cisl e Uil. Ma da allora non se n’è saputo più nulla”.

Lo afferma la Segretaria della UIL Pensionati del Friuli Venezia Giulia Magda Gruarin che chiede di conoscere gli esiti di quest’attività.

“I risultati del monitoraggio ci metterebbero nelle condizioni di comprendere a fondo l’impatto del Covid-19 sulle nostre comunità, di recuperare fiducia e senso di responsabilità, dando una spinta alla partecipazione in un momento così complicato della nostra storia”, aggiunge Gruarin facendo riferimento al sistema Sira messo a punto dalla Regione per raccogliere le informazioni utili sui contenimenti dell’emergenza da coronavirus sugli ospiti delle 165 case di riposo del territorio.

“Ogni giorno leggiamo bollettini con i dati delle persone decedute, contagiate e infettate. Le notizie che ci raggiungono ci tolgono speranza e immaginazione. Siamo sommersi da numeri. Ma dietro questi numeri ci sono delle persone, ognuna con la propria storia, il proprio vissuto. Per questo – aggiunge – i dati vanno letti e interpretati. E’ necessario ed urgente avere la capacità di non accontentarsi di letture troppo facili che tendono ad annientarci e a soffocare ogni profondità di pensiero. L’immaginazione ci potrebbe aprire ad un diverso modo di lettura del presente e di pensare ad un progetto di futuro”.

Il sindacato dei pensionati si candida a fornire la propria collaborazione nella predisposizione di un resoconto periodico dei monitoraggi che consenta di interpretare i numeri, li contestualizzi all’interno del territorio regionale e ne presenti tutte le variabili (anagrafiche, comparative rispetto ad esempio, la mortalità negli anni non-covid ,la presenza di altre patologie …) necessarie per una lettura completa, approfondita sull’andamento del covid-19 in Friuli Venezia Giulia. “Attraverso i presidi sul territorio – spiega - potremmo contribuire a dare informazioni e segnalazioni aggiuntive”.

NON SOLO COVID. Lo stesso potrebbe valere, più in generale, per tutte le questioni riguardanti le politiche sociali e, nello specifico, le strutture residenziali per anziani e la non autosufficienza.

“Ci sono i sistemi di valutazione Val- graf, un audit dettagliato e articolato in 36 voci e i sistemi di vigilanza e controllo – conclude Gruarin -. Conoscere i risultati di tali monitoraggi consentirebbe di conoscere ed estendere buone pratiche, migliorando i servizi di assistenza”.