Covid a Udine, polemica del capogruppo di Progetto Innovare Pirone con il sindaco di Udine “se ci sei batti un colpo”

“L’aumento dei contagi Covid che riguarda la Regione, tocca pesantemente anche la città di Udine. Triplicate in 10 giorni (da 400 a 1200) le persone positive al covid in città, con la conseguente pressione insostenibile sull’Ospedale di Udine, Pronto Soccorso di riferimento per gran parte della Provincia di Udine” – sostiene Pirone capogruppo di Progetto Innovare in Consiglio Comunale – “L’esaltazione relativa ai pochi problemi avuti in città durante la prima ondata, lascia il passo a preoccupazione e disorganizzazione dei Servizi” – prosegue –“ E in tutto questo il Sindaco Fontanini si impegna con tenacia e forza per: le luminarie di Natale e i Mosaici di benvenuto! Per questo la Regione ha avuto gioco facile: ha tentato di mettere in sicurezza altri territori (dove i Sindaci si fanno sentire), dedicando ospedali interamente covid, e ha scaricato su Udine tutto il resto (compresi i casi covid della città), nell’assordente silenzio del Sindaco Fontanini e della sua intera Giunta. Avremmo bisogno di forza per andare in Regione dall’Assessore Riccardi e dal Presidente Fedriga, collega di partito, a chiedere la difesa dell’Ospedale di Udine, a chiedere protezione per il Suo personale, a esigere immediatamente iniziative riparatorie che mettano in sicurezza il Pronto Soccorso e i reparti ospedalieri. Abbiamo bisogno di far lavorare bene la sanità, per proteggere tutti.”
L’unica conclusione possibile per il Consigliere Pirone: “Sindaco scendi dall’Albero di Natale e dimostra che hai a cuore, almeno un po’, questa città! Prendi iniziative forti e immediate per arginare i contagi in città, occupati delle centinaia di persone e di famiglie in isolamento lasciate sole alla mercé di se stesse, senza assistenza o in difficoltà per i più elementari bisogni in un momento difficile come questo”.