Covid: Liva (Pd), in crisi epocale perse tracce di Banca Mediocredito Fvg. “Decide tutto Iccrea e Giunta Fedriga aspetta relazione annuale”

“Banca Mediocredito Fvg potrebbe essere uno strumento potente in mezzo alla crisi epocale, ma ha talmente rarefatto la sua presenza da domandarci se esista ancora e se qualcuno nella Giunta Fedriga se ne occupi. Nessuno che chieda ad Iccrea cosa abbia fatto di questa importantissima partecipazione pubblica? Eppure è un asset strategico, un'alleanza industriale di primo livello, una banca di cui abbiamo una quota di capitale rilevantissimo, ma si son perse le tracce e il ricordo”. Lo rileva il responsabile Economia del Pd Fvg Renzo Liva. Un'accusa pesantissima quindi. “Dopo tre presidenti nominati in due anni dalla Giunta Fedriga – indica Liva - qualcuno dovrebbe chiedere conto del ruolo svolto, degli strumenti messi in campo ad hoc per aiutare le imprese, gli artigiani, il sistema regionale. Silenzio assordante, decide tutto il socio di maggioranza e la Giunta Fedriga aspetta la relazione annuale”.
“Spiace anche per le risorse umane di provenienza Mediocredito dotate di competenza e professionalità che appaiono abbandonate a se stesse dopo la fusione. Anche sotto l'aspetto della gestione e valorizzazione dei propri asset finanziari la Giunta Fedriga appare lenta, impacciata e distratta”, conclude l'esponente dem.