Covid: oggi in Fvg 2.110 nuovi contagi. Duro Shaurli con la Regione: cambi passo per evitare lockdown

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 9.756 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.705 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 17,48%. Sono inoltre 16.322 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 405 casi (2,48%).  Nella giornata odierna inoltre si registrano i decessi di 6 persone. Unico dato lievemente positivo quello relativo alle persone ricoverate in terapia intensiva che scendono a 26, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 282. Vale la pena ricordare,, a beneficio di negazionisti e no vax che i  decessi da inizio pandemia  complessivamente sono stati 4.209: 1.009 a Trieste, 2.078 a Udine, 776 a Pordenone e 346 a Gorizia. I totalmente guariti sono 138.216, i clinicamente guariti 312, mentre le persone in isolamento sono 10.688.  Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 153.733 persone con la seguente suddivisione territoriale: 37.230 a Trieste, 64.279 a Udine, 31.415 a Pordenone, 18.618 a Gorizia e 2.191 da fuori regione. Il totale dei positivi è stato ridotto di tre unità a seguito di altrettanti test rapidi non confermati all'esame molecolare. Duro il  commento del segretario regionale del Pd Cristiano Shaurli che stigmatizza la gestione della pandemia  da parte della Regione: “Essere responsabili, dice Shaurli in una nota,  significa dire ai cittadini che la pandemia sta letteralmente riesplodendo anche nella nostra regione: solo così preserveremo la serenità delle feste e concluderemo con fiducia un anno difficile. Non basta che il presidente Fedriga si dichiari soddisfatto perché a Roma cambiano parametri o criteri per le quarantene, è urgente soprattutto che la Regione cambi passo e metta al servizio di famiglie e cittadini tutto ciò che serve per evitare un nuovo lockdown. Non bisognava arrivare a veder sfondato il muro dei 2000 contagi per accorgersi che non siamo preparati”. Lo dichiara il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli alla luce dei nuovi dati sulla diffusione della pandemia. Per l’esponente dem “non è accettabile aspettare settimane per un tampone, ovviamente a pagamento dal privato, attendere ancor di più per una telefonata dalle aziende sanitarie preposte al tracciamento, trovare con difficoltà una mascherina Ffp2, non sapere come comportarsi e guardare con timore alla riapertura delle scuole, trovare servizi sanitari sul territorio e case di riposo completamente chiuse. L’assessore Riccardi ci ricorda che ha speso molto sulla sanità e molta di quella spesa ovviamente è legata al covid, ma dopo due anni di pandemia – sottolinea Shaurli - non si vedono i risultati e siamo ancora in piena emergenza”. “Grazie al senso di responsabilità di chi si è vaccinato e rispetta le regole, i ricoveri e i decessi sono molti meno dell’anno scorso ma – conclude Shaurli - è davvero drammatico e impressionante il numero delle segnalazioni che ognuno di noi riceve da amici e parenti”.