Covid: Shaurli, direttive chiare per dare sicurezza a scuole: “Il mistero delle migliaia di test rapidi”

“La scuola è centrale in questo momento per l'importanza che riveste e perché giocoforza rimane luogo comunitario e momento di incontro: servono direttive chiare, uguali nei diversi territori, che diano sicurezza e ridiano fiducia a insegnanti, studenti e famiglie. Dalle segnalazioni che continuiamo a ricevere e dalla stessa risposta dell’assessore Riccardi non pare sia così: alcune classi sono in quarantena e altre no, ci sono studenti che attendono giorni prima di una risposta mentre i genitori nel frattempo devono continuare a lavorare, si adottano protocolli e scelte diverse di volta in volta. In più c'è il mistero delle migliaia di test rapidi, tanto strombazzati, dal presidente della Regione e dal suo vice, che ancora nessuno ha visto, che nessuno sa chi effettuerà, dove e quando”. E’ la dichiarazione del segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, oggi a Trieste a margine dei lavori del Consiglio regionale, sulle iniziative della Giunta regionale intese a contenere e tracciare i contagi nelle scuole.