Covid: Spitaleri, gravi parole Riccardi su tamponi “Numero test dipende da lui, ne faccia più possibile”

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.573 tamponi molecolari sono stati rilevati 532 nuovi contagi ai quali si aggiungono 110 casi già risultati positivi al tampone antigenico nei giorni scorsi e confermati da test molecolare, con una percentuale di positività del 14%. Una dichiarazione quella dell'assessore alla salute Riccardo Riccardi dalla quale si deduce che in Fvg la positività diventa in qualche modo "discrezionale" e c'è da chiedersi se la siano stati correttamente conteggiate le positività dei tamponi antigenici e magari comunicate solo quelle dei molecolari con la scusa che i positivi necessitano di conferma attraverso un secondo tampone questa volta molecolare. Insomma c'è il ragionevole dubbio che i dati diffusi  non siano stati completamente trasparenti, di fatto, drogando la situazione che come è noto ha ripercussioni sui sistemi di determinazione dei colori relativi alla pandemia. Ingenuità o furbizia? A cogliere questa "sfumatura"   che già nei giorni passati come FriuliSera avevamo evidenziato c'è oggi  il componente della commissione Paritetica Stato-Regione Fvg Salvatore Spitaleri che in una nota scrive: "Riccardi ha detto parole gravi sui tamponi e sui criteri per calcolare la situazione di rischio in Fvg: qui ormai non è sfuggita dal controllo solo la pandemia ma anche la responsabilità. Tutti gli esperti unanimi, a partire da Barbone, denunciano l'aggravarsi del contagio e la capacità di reggere delle nostre strutture sanitarie, con terapie ormai sature. Le scuole sono chiuse e Riccardi contesta il Governo. Invece di evocare 'disincentivi' pensi piuttosto a fare più tamponi possibile, che il loro numero dipende da lui e non da Roma". Lo ribadisce con forza Spitaleri, commentando così la dichiarazione dell'assessore regionale alla Salute Riccardo Riccardi, secondo il quale ci sarebbe un «rischio disincentivo tamponi» qualora il Governo dovesse adottare il nuovo indice settimanale sui contagi regionali.
"Le dichiarazioni rese da Riccardi dovrebbero essere prontamente smentite altrimenti - aggiunge Spitaleri - farebbero il paio con quelle del suo ex collega Gallera".