Covid: Spitaleri (Pd), attacco Borghi a Fedriga svela vera Lega: “Carroccio responsabile quarta ondata in Fvg e nel Paese”

“La Lega di Salvini e di Fedriga, la Lega di lotta e di governo è oggi incarnata dal sarcastico tweet rivolto dal parlamentare Claudio Borghi al presidente del Fvg: questo partito è il maggior ostacolo nella lotta contro la pandemia, nel difficile equilibrio tra salute ed economia. L'ambiguità con la quale la vera Lega ha affrontato la pandemia, in costanti oscillazioni tra chiusure e aperture a tutti i costi porta tutte le responsabilità rispetto alla quarta ondata in Friuli Venezia Giulia e nel Paese. Ecco chi è l'antagonista della maggioranza silenziosa che in questo anno si è sforzata di seguire le regole, ha scelto di vaccinarsi anche in nome di una salute collettiva, ha accettato limitazioni alla propria vita e a quella dei propri cari, piccoli e anziani per primi”. Lo afferma il componente della commissione Paritetica Stato-Fvg Salvatore Spitaleri (Pd), dopo un tweet del parlamentare Claudio Borghi (Lega) il quale, attribuendo le dichiarazioni del presidente della Regione Massimiliano Fedriga “Non abbiamo intenzione di proporre restrizioni per i non vaccinati, ma in caso di restrizioni generalizzate i vaccinati devono essere più liberi”, commenta “Fantastico. Non voglio rinchiudere le donne, rinchiudo tutti tranne gli uomini”.
Per l’esponente dem “ora il tempo delle ambiguità e dei proclami a beneficio di telecamere deve finire e anche la Lega di Salvini e Fedriga una coerenza sulle scelte e comportamenti dovranno assumerla. In Friuli Venezia Giulia, il ruolo di numero 2 della Lega che Fedriga in questi mesi ha orgogliosamente rappresentato – conclude Spitaleri - ha creato costante disorientamento in un leale rapporto con il Governo”.