Cure più “umane” con la “Human caring”

«L’avvio del progetto di Human Caring rivolto agli infermieri del Fvg attua uno dei principi cardine della Riforma della Sanità regionale: l’attenzione globale verso il paziente». Così l’assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca, ha inquadrato l’avvio del percorso formativo di Human Caring, cioè di umanizzazione delle cure, proposto dal Collegio Ipasvi (Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici d’Infanzia) e fatto proprio dall’Amministrazione regionale. In questa prima fase riguarderà solo gli infermieri.
L’assessore, nella presentazio ne del progetto fatta oggi a Trieste assieme al presidente Ipasvi di Trieste, Flavio Paoletti, ha spiegato: «L’umanizzazione delle cure non sostituisce la medicina basata sulle evidenza scientifiche, ma la supporto. La grande sfida del futuro».  Il progetto, che ha mosso i primi passi nel 2014, prevede il coinvolgimento di 1.000 dei 7.300 infermieri attivi all’interno del sistema sanitario regionale. Il primo passaggio sarà la formazione in aula, rivolto al personale impegnato in 15 strutture operative selezionate tra quelle più strettamente connesse al problema della cronicità dei pazienti. Dopo l’analisi di una serie di interviste rivolte agli operatori, ai pazienti e ai loro familiari per capire quali sono le aspettative e i bisogni, a settembre partiranno i corsi veri e propri tenuti dal professore Carlo Chiurco, docente di Filosofia morale dell’Università di Verona.

Potrebbero interessarti anche...