Dagli hacker al boom degli accessi per l’inchiesta sulla censura Rai della fiction su Riace. Gli strani giorni di FriuliSera

Per FriuliSera Sono stati degli strani giorni quelli da Ferragosto ad oggi. Così infrangendo la norma non scritta che non è bene parlare di se stessi se non per ragioni straordinarie vogliamo raccontare quanto è accaduto. Proprio a Ferragosto come abbiamo già reso noto, un attacco hacker, il peggiore da noi mai subito ci ha costretto ad un fermo e ci stava spingendo, goccia da far traboccare il vaso, a gettare la spugna. Poi il 30 Agosto, dopo giorni passati a riparare i danni al database del giornale, cercando nello stesso tempo di proseguire con la diffusione delle notizie, è accaduto quello che ad essere scaramantici si potrebbe considerare un “segnale”. Il 30 Agosto appunto pubblichiamo una nostra inchiesta su Riace piccolo comune calabrese così lontano geograficamente dal Friuli ma così vicino per quello che può rappresentare per chi crede in un mondo dove l'accoglienza del diverso, dello straniero sia un valore importante da difendere magari in un contesto di regole certe. Così FriuliSera fa suo l'appello in difesa del piccolo comune accogliente con i migranti, del suo sindaco e denuncia la censura posta dalla Rai sulla fiction che racconta i fatti straordinari avvenuti in quel comune e stigmatizza positivamente la figura del sindaco Mimmo Lucano, interpretato nello sceneggiato da Beppe Fiorello. A quel punto accade l'impensabile, il pezzo di Friulisera si propaga nel web come non mai e ad oggi in 8 giorni stato letto da quasi 350000 persone, migliaia le condivisioni “virali” sui social, messaggi di adesione da associazioni, gruppi culturali e singoli lettori di tutt'Italia. Una visibilità mai ottenuta dal nostro giornale che in genere ha una media giornaliera a cavallo dei 10000 accessi, anche se in altre occasioni d'inchiesta ha avuto punte interessanti ma di poco superiori alle 50000 presenze sul sito. Mai avevamo fatto numeri pari a tre volte gli abitanti della città di Udine in pochi giorni. Un caso? Forse, ma vogliamo invece pensare che FriuliSera abbia ancora delle potenzialità inespresse perchè sono tanti gli argomenti su quali viene calato un velo di silenzio che occorre rompere al di là della posizione geografica. Il Friuli dove ha sede FriuliSera non è avulso dal resto del mondo, quando si parla di stampa “glocale” forse si sbaglia nella interpretazione quando si pensa che nel mondo "globalizzato" ogni sfida si svolge sul terreno della velocità di comunicare anziché sulla credibilità e sulla capacità di dialogare con l'ambiente esterno, di comprenderne i bisogni e di prevederne i cambiamenti che poi diventano anche, ma non sono solo, “patrimonio locale”.