Deraglia Freccia Rossa sulla Milano-Bologna nei pressi di Lodi: due morti, 30 feriti

Erano le 5.30 di questa mattina quando è deragliato un Freccia Rossa sulla linea Milano- Bologna nei pressi di Lodi. Bilancio severo con due morti e 30 feriti, ma secondo gli inquirenti poteva essere una strage.La circolazione ferroviaria è sospesa sulla linea Alta Velocità  Milano – Bologna. A deragliare è stato il  treno 9595 Milano-Salerno nei pressi della stazione di Livraga (Lodi). Come accennato due le persone rimaste uccise. i macchinisti,  e 30 feriti fra i passeggeri (2 in codice giallo e 28 in codice verde). Per fortuno essendo il primo convoglio della mattina il treno era semivuoto, fosse stato in orario diverso il bilancio, già drammatico, sarebbe potuto essere molto più grave.  Le cause sono in corso di accertamento ma sembra che sulla tratta fossero in corso lavori di manutenzione. Sul posto i Vigili del Fuoco e i mezzi di soccorso. Tutti i treni, in entrambe le direzioni, sono stati instradati sulla linea convenzionale Milano-Piacenza con ritardi fino a 60 minuti. Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l'assessore al Welfare, Giulio Gallera, a nome dell'intera Giunta, hanno espresso dolore e cordoglio per le due vittime. "Sul posto sono subito intervenuti con grande tempestività mezzi di soccorso coordinato dall’Azienda Regionale per l’Emergenza Urgenza AREU di Regione Lombardia - spiega Gallera - con due elicotteri attrezzati per il volo notturno provenienti da Brescia e da Como, e con 12 ambulanze alle quali se ne sono aggiunte altre. I due feriti in codice giallo sono stati trasportati a Cremona (in elicottero) e a Lodi. Si sta procedendo a trasportare anche gli altri feriti in codice verde negli ospedali vicini, 18 di questi sono stati evacuati dalla zona dell'incidente”. Sul posto si sarebbe portata la ministra delle infrastrutture Michieli.