Domani alle 18.30 le premiazioni di “Scerbanenco@Lignano”

È tutto pronto per il gran finale del premio “Scerbanenco@Lignano”. La seconda edizione dell'appuntamento, organizzato dalla famiglia del celebre giallista milanese, in collaborazione con il Comune di Lignano Sabbiadoro e il quotidiano Messaggero Veneto, vivrà domani, sabato 3 settembre, il suo momento clou. Alle 18.30, presso il centro civico “Sandro Pertini” della località balneare friulana, è prevista la premiazione della sezione Adulti.

Tre i racconti del genere giallo/noir in lizza per la vittoria. A contendersi la palma di miglior lavoro sono “Ottani”, scritto dall'autore napoletano Gianluca di Matola, “Flo dai capelli rossi” del comasco Umberto Montin e “Cortili e disgrazie”, scritto da Raffaele Serafini di Codroipo. C'è grande attesa per vedere quale lavoro sarà premiato dalla giuria del premio.

Rimane forte, quindi, il filo che unisce Giorgio Scerbanenco, apprezzato giallista milanese, e Lignano Sabbiadoro. Proprio qui, lo scrittore visse gli ultimi anni di vita dopo essersi innamorato di Lignano e del suo mare, e inoltre nella biblioteca comunale è conservato anche l'archivio – libri, documenti, lettere e manoscritti – depositato dalla famiglia dell'autore. Un legame ancora forte ai giorni nostri, a quasi 47 anni dalla morte di Scerbanenco, scomparso il 27 ottobre 1969.