Dragaggi nei porti, migliorata la disciplina nazionale

L’assessore regionale Sara Vito ha annunciato: «Finalmente apprendiamo dell’importante passo avanti fatto con la nuova disciplina per le operazioni di dragaggio nei porti italiani pubblicata in Gazzetta Ufficiale». Il provvedimento supera le difficoltà riscontrate sinora nelle opere di dragaggio. «Complessivamente – evidenzia l’assessore – le nuove norme si basano su un principio di semplificazione rispetto al vecchio Manuale. L’operazione di semplificazione riguarda il Decreto Dragaggi SIN che disciplina le operazioni di dragaggio nelle aree portuali all’interno dei Siti di Interesse Nazionale (SIN) e il Regolamento per l’immersione in mare dei materiali da escavo dei fondali marini». Tra le novità un criterio di gradualità nelle indagini ambientali in funzione del livello presunto di contaminazione. Per quanto riguarda i valori chimici di riferimento, ora possono essere ridefiniti a livello locale e questo permetterà di declassificare il materiale rispetto allo stato attuale. «Sarà quindi possibile una gestione più efficiente dei fanghi, puntando di più sul loro recupero e meno sul loro smaltimento come rifiuto».

Potrebbero interessarti anche...