Draghi replica a Schaeuble non obbediamo ai politici

gaetanospataroinfo@friulisera.it
«La Bce non obbedisce ai politici». Secca replica del presidente della Bce, Mario Draghi alla pioggia di critiche che giungono da Berlino sul suo operato.
le accuse. La classe politica tedesca, capeggiata dal ministro delle Finanze Schaeuble, lo ha accusato apertamente di danneggiare i risparmiatori tedeschi con la prolungata politica dei tassi a zero e addirittura di aver indirettamente favorito l’affermazione del partito euroscettico Alternativa per la Germania.
la difesa.Draghi ha replicato:  «I vertici della Bce obbediscono alle leggi e non ai politici, aggiungendo che il consiglio direttivo difende unanimemente l’indipendenza della banca centrale e l’adeguatezza della sua attuale politica monetaria. La Bce, ha chiarito, ha un mandato per l’intera Eurozona, non per la sola Germania , a sostegno di quanto fatto sinora». Confermata, inoltre, l’espansione del programma di acquisti mensili da 80 miliardi di euro in titoli, lasciando invariati  i tassi ai minimi storici anche oltre la fine del programma di acquisti (marzo 2017). Pur giocando in difesa il n° 1 dell’Eurotower non ha rinunciato a esprimere critiche a sua volta: «Negli ultimi 4 anni la  Bce con la sua politica monetaria è stata l’unica a sostenere la crescita nell’Eurozona», sottolineando anche i sostanziosi guadagni realizzati dai fondi grazie ai suoi acquisti di titoli di Stato.
Fondo atlante. Riguardo al fondo Atlante creato dalle banche italiane per aiutare le ricapitalizzazioni e la riduzione dei crediti deteriorati, Draghi l’ha definito: «Un piccolo passo nella giusta direzione». Proprio oggi Quaestio Capital Management Sgr, la società che gestisce il fondo, ha annunciato di aver raggiunto un numero di adesioni sufficiente ad avviarne l’operatività mentre ieri ha ottenuto il via libera della Consob alla commercializzazione delle quote.

Potrebbero interessarti anche...