Echi regionali della crisi di Governo: Shaurli, Fedriga si assuma quota fallimento

“Il presidente Fedriga esca dal solito scaricabarile e si assuma la sua quota di fallimento, a Roma come a Trieste. Comprensibile non sappia più che pesci pigliare per difendere Cicciopasticcio-Salvini fischiato sulle spiagge del sud, ma non se la cava buttando la croce addosso al Pd”. Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, replicando al presidente della Regione Massimiliano Fedriga, secondo cui il “problema vero” sarebbe il voto del Pd sulla mozione di sfiducia della Lega.
“Questi irresponsabili – evidenzia Shaurli - prima governano insieme, eliminano la povertà dal balcone, costruiscono muri, promettono tagli e crescita da boom anni '60, poi lasciano il Paese con l’economia ferma, il flop del reddito, decine di miliardi da prendere dalle tasche dei cittadini a settembre. E infine scappano come veloci conigli quando arriva la resa dei conti della legge di bilancio”.
Per Shaurli “il Pd non deve aiutare questa farsa dividendosi o facendosi trovare a guardarsi l’ombelico perché è in gioco il futuro dell’Italia che ha bisogno come non mai di coraggio, competenza ed idee”.