Effetto Brexit: industriali preoccupati nel mirino Legno-Arredo e Meccanica

l’analisi
Il presidente degli industriali udinese, Matteo Tonon, non nasconde la sua preoccupazione per quanto è avvenuto in questi giorni: «La preoccupazione deriva dal fatto che il Regno Unito è un mercato importante per due settori centrali del manifatturiero: il legno-arredo e la meccanica». Gli effetti possono esserci sia a breve che a più lungo termine: «Nell’immediato - aggiunge Tonon - saranno gli effetti sul cambio a influenzare l’operatività delle aziende. Si tratta di una variabile non previdibile. Ampliando l’orizzonte temporale, le variabili in gioco diventano molte di più: dal cambio a possibili provvedimenti della banca centrale. Ne risulta una situazione dominata dalla incertezza che affronteremo con determinazione». Il progetto europeo, per Tonon, va preservato «Ritrovando lo spirito dei padri fondatori».