Electrolux in grande ripresa nel 2016 il settore vendite ritorna a… sorridere

Dopo lunghi mesi di esuberi e di crisi, Electrolux registra una impennati degli utili nel primo trimestre dell’anno. Finalmente per la multinazionale svedese è arrivato il momento di ragionare in termini di sviluppo e non di risparmio fine a se stesso.
italia. La multinazionale ha in Italia 4 stabilimenti per la produzione di elettrodomestici (a Porcia (Pn), Susegana (Tv), Solaro (Mi) e Forlì) con oltre 4.500 addetti, e il quartiere generale della divisione Professional a Pordenone con uno stabilimento e un migliaio di addetti. Le quattro fabbriche sono tuttora interessate da un piano di riorganizzazione che si concluderà nel 2017, e rispetto al quale è stato convocato per l’11 maggio un incontro di verifica al ministero dello Sviluppo economico.
le cifre. Riguardo ai dati di bilancio riferiti al periodo gennaio-marzo 2016 i ricavi netti sono stati pari a 28,11 miliardi di corone svedesi, in flessione rispetto ai 29,08 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno.
Notizie più positive sul fronte delle vendite, cresciute dell’1,8%, anche se la conversione delle valute ha azzerato tali benefici.
Il gruppo segnala risultati in miglioramento nella maggior parte delle aree di business, definiti strategici nel settore dell’elettrodomestico in Europa e Africa (Major Appliances EMEA) e per i prodotti professionali. Prosegue, inoltre, il recupero nell’area del Nord America.
Ed ora le notizie più positive: il risultato operativo si è attestato a 1,268 miliardi di corone, più che doppio rispetto ai 516 mlioni del 1° trimestre 2015, corrispondente ad un margine del 4,5% (contro l’1,8). L’utile netto del periodo è stato di 875 milioni di corone, (erano 339 lo scorso anno), pari a 96 milioni di euro, e l’utile per azione è di 3,04 corone svedesi (erano 1,18 nel 2015).
il commento.«Il mercato degli elettrodomestici ha continuato a crescere in Europa occidentale ed è stato particolarmente forte in Italia, Germania e Regno Unito – ha detto il ceo Jonas Samuelson – Anche buona parte dei mercati dell’Europa orientale è risultato in crescita e la Russia sembra essersi stabilizzata, sia pure su livelli bassi. Electrolux ha guadagnato quote di mercato in diversi segmenti di prodotti premium sia nel settore della cottura che del lavaggio». Il Gruppo, infine, ha presentato a Eurocucina 2016 alcuni dei nuovi prodotti, come l’innovativo sistema di guida del cestello della lavastoviglie (prodotta nello stabilimento di Solaro) e i piani cottura, che regolano l’intensità della fiamma a seconda della dimensione del recipiente che viene posizionato sopra.
«Confermiamo le nostre aspettative di crescita della domanda di mercato e prevediamo che il mercato europeo occidentale continui a crescere attorno al +2/3% quello dell’Europa dell’Est di circa il +2%».

Potrebbero interessarti anche...