Fabio Di Bernardo non è più sindaco di Venzone, sfiduciato dalla maggioranza. Ora il commissario

Da ieri Fabio Di Bernardo non è più sindaco di Venzone. Il Consiglio comunale della cittadina di Venzone si è riunito per votare la sfiducia al sindaco. La conseguenza di legge immediata è che lo stesso  Consiglio comunale viene sciolto e  verrà commissariato. Una nuova tornata elettorale verrà indetta con ogni probabilità a maggio del prossimo anno. L’ormai ex  primo cittadino era intervenuto  prima della sfiducia dicendosi  profondamente amareggiato: “Con il commissario il paese resterà di fatto fermo per oltre un anno. Ho fatto il possibile per ricompattare il gruppo, ma non è stato possibile “. Come è noto la vicenda è nata a seguito del risultato elettorale delle ultime regionali di aprile scorso quando lo stesso Di Bernardo aveva annunciato le dimissioni dopo la sua mancata elezione in Consiglio regionale. Dimissioni d’impulso che erano  state subito ritirate ma che evidentemente erano state mal digerite dalla maggioranza provocando una frattura politica e probabilmente personale  insanabile. Inquietanti fra l’altro gli episodi intimidatori di questi mesi nei confronti del Di Bernardo, messaggi anonimi e minacce culminate con l’arrivo  di un plico contenete  un bossolo, accompagnato da minacce con l’invito perentorio ad abbandonare la carica di sindaco.

Potrebbero interessarti anche...