Fase 2, Sen. Stabile (Fi): sanzioni assurde, serve buon senso

“L’azione repressiva di questi giorni avvenuta nei confronti di persone che per un motivo o per un altro sono state multate solo perché non indossavano una mascherina è ancor più odiosa se si pensa che la reale utilità della protezione nel contenere l’epidemia è tuttora discussa dalla comunità scientifica internazionale, in quanto è plausibile che abbia una qualche utilità in luoghi chiusi e affollati, ma non all’aria aperta.
Non credo sia colpa delle Forze dell’Ordine, anzi credo che la maggior parte degli agenti sia molto imbarazzata e soffra per dover applicare norme già discutibili in modo così brutalmente rigido contro tanti incolpevoli, o poco colpevoli cittadini, già duramente colpiti dalla crisi sanitaria, sociale ed economica. Probabilmente eseguono degli ordini, visto che tutti i corpi di polizia si stanno purtroppo egualmente “distinguendo”.
In Friuli Venezia Giulia, anche se le attività riapriranno quasi tutte nei prossimi giorni, sarà ancora obbligatorio portare le mascherine ogni volta che si esce di casa, anche in spiaggia quando non si è distesi a prendere il sole o si va a nuotare. Questo purtroppo fa temere che la rigidità dei controlli non si allenterà, e che non vi sia l’intenzione di dare finalmente un po’di fiducia ai nostri cittadini.
L’auspicio è che con le prossime riaperture anche le menti si riaprano al buon senso, perché in uno stato di diritto non sono tollerabili restrizioni irragionevoli delle libertà e azioni repressive talmente sproporzionate e ottuse da mettere a rischio la convivenza civile di un popolo. Ed è inquietante il fatto che molte persone si stiano progressivamente abituando e adeguando, arrivando addirittura a invocare soprusi che in precedenza non avrebbero mai pensato di tollerare. Come parlamentare, mi impegno fin da ora a fare il possibile per impedire tutto questo.”
Lo dichiara Laura Stabile, senatrice di Forza Italia