Fase2: Shaurli, da Fedriga relazione deludente e contraddittoria (Foto) “Collaborazione Pd è nei fatti, reprimenda fuori luogo”

"La relazione del presidente Fedriga è stata deludente, ci aspettavamo davvero qualcosa di più. Auspicavamo una comunicazione chiara e oggettiva sulla situazione sanitaria in regione e sulle proposte per la ripartenza economica: ci è stata offerta una macedonia contraddittoria". È il giudizio del segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli sull'intervento del presidente Fvg Massimiliano Fedriga il Consiglio regionale sulle misure dell'Esecutivo regionale a contrasto dell'emergenza Covid-19.
Per il segretario dem "la collaborazione che Fedriga chiede per la Fase 2 è già nei fatti: questa maggioranza ha già in mano un documento Pd con proposte economiche settore per settore e siamo noi che aspettiamo risposte concrete. E no a reprimende fuori luogo: lo sappiamo che la politica non deve fare da sola scelte sanitarie, era Fedriga a rivendicare le 'scelte' della politica, solo due settimane fa accusando il Governo di seguire il Comitato tecnico-scientifico".
"Noi non ci accontentiamo della narrazione da 'primato', noi ­- continua Shaurli - chiediamo trasparenza e chiarezza sulle scelte per le case di riposo a fronte delle linee guida sanitarie nazionali, sulle navi-lazzaretto volute a tutti i costi, sulle promesse mancate di fornitura di due mascherine per ogni cittadino della nostra Regione, sulla tutela degli operatori della sanità e sulla gestione della Fase2 nelle aziende".
"E’ facile ma non basta - aggiunge Shaurli - per l’ennesima volta chiedere più soldi allo Stato, serve dimostrarsi all’altezza. Siamo fra le Regioni più in ritardo per i pagamenti della cassa integrazione, i tanto sbandierati 50 milioni se va bene saranno approvati solo a metà maggio e non si sa ancora a chi, come e dove andranno. Meno parole e più fatti dovrebbe essere il motto di ogni nostra giornata di lavoro ma - conclude - pare si sia ancora molto distanti"