Il Fvg ponte ideale per i Balcani ruolo strategico nell’integrazione

Trieste ha ospitato oggi il meeting con le Camere di Commercio di Kosovo e Serbia, un evento significativo nell’ottica dell’integrazione europea dei Balcani. Un processo che coinvolge direttamente l’Europa e che «nel 2017 potrebbe fare tappa nel nostro Paese». È quanto ha annunciato la presidente della Regine Fvg, Debora Serracchiani, intervenendo all’evento triestino: «Il Fvg e Trieste, sono sempre stati una grande opportunità di contatto per le relazioni con i Balcani».
Luogo fisico dell’evento è stata la Sala Rossa della Camera di Commercio di Trieste, qui i lavoro sono stati introdotti dal presidente camerale Antonio Paoletti, a cui ha fatto seguito l’intervento del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e l’ambasciatore d’Italia in Serbia, Giuseppe Manzo. Con questi la Serracchiani ha avuto un colloquio riservato.
Dopo aver annunciato una possibile visita a Sarajevo entro l’anno, la governatrice ha evidenziato: «Con la Serbia abbiamo sottoscritto importanti accordi e siamo pronti alla stipula di un nuovo memorandum d’intesa che coinvolga altre realtà per rafforzare la collaborazione in settori chiave quali la ricerca, le attività produttive e l’agricoltura».
Nell’incontro a margine dell’evento con l’ambasciatore Manzo, è stato ribadito il ruolo strategico del Fvg nel processo di integrazione dei Balcani, per la creazione tra gli Stati di solidi rapporti economici e il superamento definitivo dei conflitti che hanno afflitto l’area.
Serracchiani e Manzo hanno condiviso la necessità di un confronto mediato dall’Unione Europea, tra i Paesi di questa parte orientale del Continente. Un confronto basato sullo sviluppo delle infrastrutture, della mobilità giovanile e delle riforme.
Il Fvg meglio di altri è in grado di offrire il suo bagaglio di conoscenze in ambito culturale, infatti, nelle grandi capitali dell’area balcanica sono tuttora scarsamente fruibili moltissime realtà museali, già esistenti prima della dissoluzione dell’ex Jugoslavia.
Infine, proprio in merito al vertice dei Balcani del prossimo anno che, come annunciato dal ministro Gentiloni, si terrà in Italia, la presidente ha ribadito che a quel Tavolo il Friuli Venezia Giulia adempierà alla sua vocazione geografica, culturale e politica, di porta verso un Est che oggi offre opportunità di crescita e rappresenta un importante fattore di stabilità per la sicurezza del nostro Paese e dell’Europa.

Potrebbero interessarti anche...