Gli studenti dell’Università di Udine raccolgono e vincono la sfida lanciata dalle imprese friulane

Tanto bravi e propositivi da essere “corteggiati” dalle stesse imprese per le quali hanno individuato soluzioni concrete a problemi concreti. Stiamo parlando degli studenti del Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Udine, che si sono messi in luce con la loro progettualità, in questi anni, all’interno del Laboratorio di Strategie e Politiche per l’impresa, realizzato dallo stesso Dipartimento, in collaborazione con Confindustria Udine.

Nella sua 11° edizione (la quarta in collaborazione con Confindustria), il Laboratorio prevede, per l’annata 2018-19 che ha appena preso avvio, il coinvolgimento del Cosef e di cinque imprenditori friulani: Andrea Moro, di Technnology Systems by Moro di Fiume Veneto (macchine per la pulizia); Federico Olivo, di Vistra di Tavagnacco (consulenza); Dino Feragotto, di LED Luks di San Pietro-Vertoiba, Slovenia (Luci LED); Fabrizio Grion di Metlab di Pradamano (laboratorio di misurazione) e Elio Cecconi, di Multiservizi Galileo di Campoformido (logistica).

La consolidata metodologia che viene adottata prevede l’illustrazione da parte dell’imprenditore ad un gruppo selezionato di studenti universitari di alcune specifiche problematiche aziendali in modo da stimolare gli stessi ad elaborare progetti e soluzioni di interesse aziendale. Sono previste sessioni di discussione e revisione con la partecipazione alla prova d’esame finale in cui verranno esposti i progetti.

“Obiettivo del corso – sottolinea Dino Feragotto, vice-presidente di Confindustria Udine con delega all’Innovazione – è quello di stimolare gli studenti a lavorare in maniera indipendente, in condizioni di incertezza, informazione incompleta, con scadenze ravvicinate, coordinandosi all’interno del gruppo e con i tutor di riferimento. Nelle passate tre edizioni del Laboratorio le risposte propositive e pragmatiche degli studenti dell’Università di Udine hanno fatto breccia negli imprenditori, che si sono dimostrati entusiasti all’idea di proseguire con alcuni dei ragazzi il rapporto di collaborazione post esame. Possiamo, dunque, affermare, senza timore di smentita, che l’iniziativa, finora, è stata fonte di reciproca soddisfazione per le imprese e per l’Università”.

“Il Laboratorio – spiega Paolo Ermano, titolare dell’insegnamento – ha ruotato per questa annualità intorno allo sviluppo aziendale e al ruolo della politica industriale. Nell’ambito di questi temi saranno privilegiati approfondimenti legati al macro tema della Logistica. Da rimarcare la grande disponibilità delle imprese ad accompagnare, da subito, i ragazzi in questo percorso”.

Il Laboratorio rappresenta, dunque, una modalità operativa interessante per avvicinare studenti, imprese e associazioni. “In questo senso l’esperienza in atto – spiegano i professori Eugenio Comuzzi e Andrea Moretti, leader rispettivamente dei Corsi di Laurea Magistrale in Economia Aziendale e in International Marketing Management & Organization entro cui il laboratorio è offerto – sposa in pieno le linee guida del nuovo piano strategico di Ateneo che vuole un’Università sempre più integrata con il territorio e in grado di offrire attività didattiche originali e innovative”.

Potrebbero interessarti anche...