Gong Sound&Taste: il fascino di cinque proposte fra natura, vini, musica e panorami meravigliosi fra goriziano e collio

Cormons, 10-2019 - Circolo Culturale Controtempo - JAZZ&WINE OF PEACE 2019 - Colore - Foto © 2019 Luca A. d'Agostino / Phocus Agency

In occasione del festival transfrontaliero Musiche dal Mondo sono numerosi i momenti fra musica e natura organizzati da Circolo Controtempo con Connessioni – Circolo Mario Fain e la partnership di Qui Altrove. Si comincia sabato 31 luglio con “L’alba sul Picol: musica, filari e suoni della natura”: appuntamento alle 5.45, ai Laghetti Rossi di San Lorenzo lsontino. A Picol, un colle a nord del paese di San Lorenzo dalla cui sommità la vista può spaziare sul Collio italiano e sloveno e verso ovest fino alla laguna di Grado, ci sarà la magia della musica di Eduardo Contizanetti e della sua chitarra. E dopo, nel cuore del paese, una piccola colazione asburgica.
Sempre sabato 31 “Sconfinando con lo sguardo. Cammino sonoro lungo il corso del torrente Piumizza” alle 18.30,ritrovo nella Cantina Primosic, in Località Madonnina di Oslavia, breve passeggiata panoramica verso la località slovena di Podsabotin. attraversando vigneti, bosco e acque, sconfinando con lo sguardo verso il castello di Gorizia e il monastero della Castagnevizza, luoghi simbolo delle due città Gorizia e Nova Gorica. Degustazione di grandi vini all'Azienda Agricola Castel San Mauro in un'atmosfera transfrontaliera resa vivace dal mix balcanico di Stefano Bembi e della sua fisarmonica.
Domenica 1 agosto, alle 19, “Tra leggende e panorami. Cammino sonoro a borgo San Mauro”, con ritrovo allo spiazzo di fianco alla chiesa di San Mauro (in località Villa Vasi 4), borgo che è frazione della città di Gorizia, punto in cui finisce il Collio e inizia il Carso tanto amato da Carlo Michelstaedter, assiduo frequentatore di questa piccola località dal passato travagliato. Qui finisce il territorio italiano e inizia quello sloveno. Dopo il borgo,comincia il monte Sabotino, pieno d'acqua e di leggende. Ci si potrà godere il tramonto con un calice di vino e le note del violoncello e della voce di Andrejka Mozina.
Lunedì 2 agosto, alle 19, “L'aquila e il jazz, tramonto a Russiz Superiore”; la passeggiata prende il via dall'Azienda agricola Russiz Superiore proseguendo sui lievi saliscendi dei colli circostanti, quindi "in quota" per scoprire le caratteristiche del territorio edammirarne la bellezza, al di qua ed al di là del confine e immersi in un paesaggio unico. Fra un calice e uno spuntino, saranno i pezzi jazz e le chanson francesi di Romano Tedesco e della sua fisarmonica ad accompagnare tutti verso la notte.
Con “La natura tra le mura: sonorità tra grilli, cicale e fioriture che sfidano anfratti, feritoie e merlature”, mercoledì 4 agosto, alle 18.30, ritrovo nell’Enoteca Borgo Castello per un itinerario ricco di suggestione, che si snoda nel cuore antico della città di Gorizia, accompagnati dalla voce di Serena Finatti e dalla chitarra di Andrea Varnier, con tappa finale al castello, per godere del panorama transfrontaliero e scoprire il fascino di quel piccolo mondo vegetale, che riesce a vincere sulle pietre e sulla roccia.