Gorizia magica, arrivano novità in mostra con la nuova sezione “dagli inchini agli sberleffi”

Saranno visitabili da domani, mercoledì 4 ottobre, le novità in mostra nell’ambito di “Gorizia magica. Libri e giocattoli per ragazzi (1900-1945)”, l’evento espositivo promosso dalla Fondazione Carigo, di scena fino al 7 gennaio 2017 nella sede della Fondazione (via Carducci 2 – Gorizia). I nuovi materiali resteranno visitabili fino al 5 novembre nella sezione “Dai nostri scaffali: i ricordi dei bambini di ieri e degli appassionati di oggi”, interamente riservata a Tamara Badini, collezionista di Torino ma di origine goriziana, che espone una parte della sua collezione di libri e materiali inerenti all’infanzia, databili dalla seconda metà dell’Ottocento agli anni ’50 del Novecento. Il materiale orienterà i visitatori nell’affascinante mondo dell’illustrazione e della letteratura infantile, accompagnando in un fantastico viaggio attraverso “Pinocchio in Italia” e “Alice in wonderland”, facendo riaffiorare in qualcuno ricordi di libri letti in tempi lontani e ormai dimenticati. Curata da Simone Volpato (Libreria Antiquaria Drogheria 28) e da Marco Menato (direttore della Biblioteca Statale Isontina) e realizzata in collaborazione con la Ludoteca del Comune di Gorizia e la Biblioteca “Feigel” di Gorizia, la mostra “Gorizia magica” è una potente macchina dell’immaginazione che ricostruisce la Gorizia letteraria della prima metà del XX secolo, dove Carlo Michelstaedter e Carolina Coen Luzzatto scrivevano fiabe. Dagli scaffali di collezionisti privati e di istituzioni pubbliche sono riemersi libri illustrati e giocattoli didattici di pregio, che mettono in moto sentimenti, emozioni, ricordi. La mostra è visitabile con ingresso libero il mercoledì dalle 16 alle 19, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19. Evento speciale domani (mercoledì 4 ottobre), alle 18, nella sala espositiva della Fondazione sarà la
presentazione del volume biografico dell’attore Gianfranco Saletta, recentemente pubblicato da Hammerle Editori. “De divertirme gò zercà … e’l teatro gò trova” ripercorre la lunga carriera teatrale di uno dei più noti e amati attori della nostra regione, il goriziano Gianfranco Saletta, classe 1930. Fra ricordi, aneddoti e brevi intermezzi tratti dai testi di Carpinteri e Faraguna, (Maldobrie e Serbidiole), Saletta rievocherà successi ed incontri eccezionali, oltre all’attività con il Gruppo teatrale per il dialetto, che dirige da oltre vent’anni. Inoltre sabato 7 e domenica 8 ottobre la mostra “Gorizia magica” ospiterà gli eventi “Invito a palazzo” (sabato 7) con visite guidate e l’apertura al pubblico del caveau della Fondazione e (domenica 7) la Giornata nazionale delle “Famiglie al museo” con laboratori per bambini, gratuiti su prenotazione. Info www.fondazionecarigo.it

Potrebbero interessarti anche...