Grado: operativo il nuovo depuratore un’opera pubblica molto complessa

Il nuovo depuratore delle acque, inaugurato oggi a Grado (Go), servirà una popolazione di 80 mila abitanti, tra residenti e turisti. L’impianto di Irisacqua S.r.l., Azienda a capitale pubblico di 25 Comuni isontini, è costato quasi 5,5 milioni di euro, con un contributo della Regione Fvg di oltre 1,1 milioni.
Il commento dell’assessore regionale, Sara Vito: «L’importanza di quest’opera è grandissima, poiché consegniamo alla comunità una struttura di eccellenza e di alta tecnologia, dopo aver superato diverse complessità», è il commento dell’assessore regionale all’Ambiente e all’Energia Sara Vito, intervenuta alla cerimonia di inaugurazione assieme al presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta, al sindaco di Grado Dario Raugna e ai vertici di Irisacqua.
il depuratore. L’impianto è in grado di trattare ogni giorno 16 mila metri cubi di acqua attraverso una complessa linea che parte dalla rimozione dei materiali grossolani, delle sabbie, degli olii e dei grassi, fino ad arrivare dopo vari trattamenti di purificazione alle tre vasche di equalizzazione, utili a limitare le concentrazioni elevate di cloruri sfavorevoli al trattamento biologico. «L’Amministrazione regionale – ricorda l’assessore – dal 2014 ha già siglato tre Accordi di Programma, del valore totale di 95 milioni di euro, per la realizzazione o l’ammodernamento di importanti infrastrutture fognarie, soprattutto nelle aree che sono oggetto di infrazione comunitaria. Sono progetti importanti e li stiamo realizzando grazie alla collaborazione dei sindaci, che voglio ringraziare per la loro collaborazione».
Per quanto riguardo il Litorale gradese, è stato ricordato che sono in corso le procedure per un completo adeguamento della rete fognaria, con uno stanziamento della Regione di quasi 3 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche...