Green pass: Liva (Pd), flop stazioni rincuora ma guardia alta

"Il flop diffuso in tutta Italia e in specie nel Fvg dovrebbe rincuorare ma non risolve un problema che cova sotto le ceneri. Il sostanziale fallimento non deve tranquillizzare il Governo e sono certo che le Forze dell'ordine continueranno a vigilare". Lo dichiara Renzo Liva della segreteria regionale Pd Fvg, dopo che in regione meno di cinquanta persone hanno complessivamente partecipato alla programmata protesta contro l'obbligo del Green pass sui trasporti. "I no vax sono un fenomeno mondiale, europeo e molto capillare che attraversa ceti e culture - osserva Liva - e tra loro ci sono singoli individui con fragilità e paure di cui tener conto: accanto alla giusta fermezza c'è da lavorare anche sulla persuasione". "Se c'è un'organizzazione capace di usare con spregiudicatezza mass media e socialmedia - continua l'esponente dem - se c'è ad un livello occulto un disegno di potere che sa intervenire scegliendo tempi e luoghi, questo deve venire alla luce. Nessun complottismo a rovescio ma sì proteggere i cittadini, la salute e la democrazia. Per cui bene il Ministro, bene gli interventi di prevenzione, bene la reazione di televisioni e giornali davanti all'escalation di minacce e violenze ma - conclude Liva - non abbassare la guardia".