Honsell: Temi della sicurezza nei luoghi di lavoro drammaticamente in primo piano

“Ancora un'altra tragica notizia: la morte di un giovane di ventiquattro anni, ucciso da un fatale infortunio sul proprio luogo di lavoro. E' il terzo caso in Regione negli ultimi quindici giorni. Alle famiglie e agli amici di questi lavoratori desidero porgere le mie più sincere condoglianze e l’auspicio di una celere giustizia e verità sulle cause della loro morte. Anche se ciò non potrà restituirli ai loro affetti almeno darà loro la consolazione che la loro morte non è stata inutile”: ha dichiarato il consigliere regionale di Open Sinistra FVG Furio Honsell.
“Purtroppo, nemmeno il lockdown ha frenato questo drammatico fenomeno: si parla di ben sei casi nei primi cinque mesi dell’anno (da gennaio a maggio 2020) che salgono a nove con i tre casi dell’ultimo mese. In particolare in questa fase storica, come già dichiarato in una nota dal Segretario della CGIL Pezzetta – non è possibile abbassare la guardia: le aziende in questa fase di transizione sono messe sotto stress e le difficoltà che devono affrontare, fra cui l’incertezza sulle commesse e quindi sul loro futuro, avranno effetti pesantissimi anche sotto il profilo della sicurezza dei luoghi di lavoro per tutti i lavoratori e le lavoratrici.”
“Le istituzioni rimangono ammutolite e intervengono a tragedia ormai avvenuta. Il loro compito non è solamente quello di controllare e verificare il pieno rispetto di tutte le normative sulla sicurezza, che deve avvenire comunque in modo rigoroso e continuativo, ma anche quello di analizzare il problema e promuovere tutta una serie di azioni virtuose per una “cultura della prevenzione” a 360 gradi, dai luoghi di lavoro all’ambito scolastico e formativo. Questo problema deve riguardare il datore di lavoro ma anche tutti e tutta la rete sociale del territorio. Tutti quindi, nessuno escluso. Il principio della sicurezza deve rimanere una delle maggiori priorità delle istituzioni e questo si sostanzia in investimenti cospicui da parte delle imprese e in contributi finanziari da parte degli assessorati competenti. Le preoccupazioni generali sulla tenuta del comparto economico, imprenditoriale ed occupazionale regionale non possono permettere un accantonamento di tale problematica, come se non esistesse. Purtroppo anche nell'ultimo assestamento di bilancio che verrà discusso a fine mese ci sono tagli significativi proprio a queste voci!" ha concluso Honsell.