Imbrattati a Cervignano i manifesti della coalizione di centro-sinistra e della sinistra, coperti da ingiurie e oscenità

Un vergognoso insulto alla democrazia è stato perpetrato ieri a Cervignano in Via Udine, i manifesti della coalizione di centro-sinistra e della sinistra sono stati coperti da ingiurie e oscenità. La firma era su una tabella di legno accanto; era quella del duce, attaccata con una pistola sparapunti. Il disprezzo dell'estrema destra per la democrazia deve essere sempre denunciato perché tragicamente in questo paese è sempre in agguato. Così si è espresso Furio Honsell candidato all'uninominale del Senato per il centro-sinistra. Per Sebastiano Badin, segretario regionale di Sinistra Italiana "qualcuno pensa che dal 26 settembre tutto sia ammesso, dopo la presunta vittoria del partito che porta ancora la fiamma della tomba di Mussolini nel simbolo. Ma si dovranno scontrare con gli eredi di coloro che hanno posto fine a quel capitolo della nostra storia che ha venduto il nostro Paese a Hitler, perseguitato i lavoratori e sterminato ebrei, rom, disabili, omosessuali e oppositori politici. Non passeranno e non arretreremo di un millimetro. Alleanza Verdi Sinistra difende la democrazia, i lavoratori, la costituzione e non si fa intimorire."