Immigrazione: Da Giau (Pd), solidarietà all’associazione “Linea d’ombra”

«Siamo vicini a Gianandrea Franchi, a sua moglie Lorena Fornasir e a tutti i volontari dell’associazione Linea d’ombra e rinnoviamo loro la gratitudine per il servizio umanitario svolto in questi anni». Lo dice la Consigliera regionale del Pd Chiara Da Giau rispetto quanto successo in questi giorni ai fondatori dell’associazione triestina che si occupavano di assistenza ai migranti in piazza della Libertà a Trieste.

«Nel pieno rispetto e fiducia del lavoro della magistratura – continua Da Giau – vogliamo esprimere la nostra solidarietà all’associazione "Linea d'ombra. Non possiamo non pensare che se le loro azioni di solidarietà dovessero essersi in qualsiasi modo incrociate con quelle illecite dei mercanti di esseri uomini, ciò sia accaduto meramente per gli intenti criminali di quest'ultimi, che si sono approfittati dei volontari rendendo essi stessi vittime.

Confidiamo che la trasparenza con cui il presidente Franchi e i suoi collaboratori hanno sempre operato alla luce del sole, senza alcun timore di assumere posizioni chiare e scomode, sia il viatico per giungere alla conclusione che tutti speriamo di questa vicenda senza attribuzione di alcuna responsabilità. Il nostro pieno sostegno ad ogni azione legale che, perseguendo i crimini di chi usa i migranti ai propri fini di lucro, aiuta a togliere ogni pretesto che permetta a società e amministratori di volgere lo sguardo altrove di fronte all’umanità e ai diritti delle persone che fuggono dai loro paesi in cerca di una vita migliore. Questo non va in direzione diversa da quella che indicano, con il proprio operare Franchi, Fornasir e i volontari di Linea d’Ombra».