Imprese: Liva (Pd), Bini ha concezione assistenzialistica e bottegaia

“Per Bini l'attrattività di un territorio si misura dalla quantità di soldi pubblici offerti alle imprese: una concezione assistenzialistica e bottegaia della politica industriale, anche un po' offensiva del fare impresa che considera forse più importanti altri fattori. Ecco quello su cui la Regione dovrebbe investire e ciò per cui la Giunta dovrebbe stare in continuazione davanti alle porte dei Ministeri a Roma: competività del sistema e del territorio in termini di infrastrutture fisiche e digitali, connettività, efficienza della Pubblica amministrazione, competenze scientifiche e professionali presenti e in formazione, qualità e sicurezza sociale. In effetti il presidente Fedriga a Roma c'è sempre ma non a curarsi del Friuli Venezia Giulia. E per offrire pacchetti di aiuti economici non serve un assessore, qualunque buon promotore finanziario potrebbe sostituirlo”. Lo dichiara il responsabile Economia del Pd Fvg Renzo Liva, replicando all'assessore alle Attività produttive Sergio Emidio Bini, il quale oggi in conferenza stampa ha vantato incentivi, finanziamenti e fondi tra “gli strumenti attivi per favorire l'economia della regione”.