Incontro di studi Studiare e ripensare la Guerra fredda al confine orientale italiano, promosso fra gli altri dall’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione

Martedì 6 luglio 2021 dalle ore 17.00 sulla piattaforma zoom, all’indirizzo https://bit.ly/3vt9tmh , si terrà l’incontro di studi Studiare e ripensare la Guerra fredda al confine orientale italiano, promosso dall'Istituto regionale per la Storia della Resistenza e dell'Età contemporanea di Trieste e .

L’obiettivo congiunto dei Istituti regionali è fare il punto su un tema, quello della Guerra Fredda sul confine orientale, che rappresenta un importante nodo della storia del Friuli Venezia Giulia nel Novecento, e a cavallo del nuovo secolo. Da questa iniziativa proseguiranno, o prenderanno le mosse, alcune ricerche, coordinate da entrambi gli Istituti storici, che verteranno su analisi di tipo politico-culturale e sociale, militare ed economico, distintive di un territorio qual è quello della nostra regione, dove i confini hanno da sempre avuto un ruolo di controllo reciproco e contemporaneamente di collegamento tra realtà e popolazioni diverse.

Alla presenza dell’Assessore Tiziana Gibelli, l'incontro sarà introdotto dai professori Patrick Karlsen dell'Università di Napoli “Federico II” e Andrea Zannini dell'Università di Udine.

Interverranno Lorenzo Ielen, dell’Università di Trieste, con una relazione su La difesa dell'Italia nord-orientale nella pianificazione italiana e NATO; Tommaso Piffer, dell’Università di Udine, con La fortificazione permanente sul confine orientale durante la guerra fredda. Appunti di progetto; Giulio Mellinato dell’Università di Milano-Bicocca, Le frontiere della Guerra fredda in prospettiva economica e Alessandro Cattunar dell’Associazione 47/04 Gorizia che parlerà di: Lasciapassare/Prepustnica. Un percorso multimediale lungo il confine goriziano.